Alessandro Giuliani a SportItalia: “Siamo un cantiere aperto. Tra un mese vedremo la vera Brindisi”

Giuliani SportItalia

Questo articolo ha avuto 600 visualizzazioni.

Il GM Alessandro Giuliani, dopo la sconfitta dell’Enel Basket Brindisi a Cremona (Clicca qui per leggere il recap) è stato ospite nella trasmissione “Domenica Basket” in onda su SportItalia, sostituendo coach Piero Bucchi, che è voluto rimanere con la squadra. Queste le parole del general manager Brindisino:

Giuliani SportItalia

“Merito a Cremona che ha vinto facendo una buona partita , è una squadra molto vivace. Oggi abbiamo proposto quintetti particolari, perchè oltre a Mays, mancava Zerini dalle rotazioni. Simmons non ha ancora il ritmo partita perchè quest anno non ha mai giocato e Turner ha dovuto giocare parecchi minuti da 4. Noi attualmente siamo un cantiere aperto, con giocatori che stanno entrando e giocatori che stanno andando via. Probabilmente tra un mesetto vedremo la vera Brindisi.
Domani (lunedì 16/11) sapremo se la FIBA ci darà ok per far giocare Pullen in EuroChallenge. Da lui mi aspetto: playmaking, punti, assist, il togliere peso dalle spalle di Denmon, ciò che Sek Henry non ci è riuscito a dare in queste prime sei giornate. Ci serviva un giocatore d’esperienza e di talento che ci permette di sbloccare le situazioni.
In coppa ci piacerebbe passare il 1° turno per permettere alla società di fare un passo in avanti e mettersi in gioco in campi diversi oltre ad offrire più partite ai nostri tifosi.
Sulla carta i nostri rinforzi di Novembre, rispetto a Cantù, Venezia e Varese, sembrano i più forti ma poi è sempre il campo a dire la verità. Piero Bucchi in palestra è uno dei più bravi allenatori in Italia e saprà sicuramente cosa fare per far capire subito ai nuovi e alla squadra cosa vuole. Simmons, sa come lavora Bucchi, conosce Brindisi e Mays. Inoltre,  sia Simmons che Pullen, sono giocatori già rodati nel campionato italiano e ci vorrà meno tempo ad integrarli.
Milano è imbattibile in qualsiasi caso, sia che giochi in trasferta o dopo una trasferta di coppa, in casa poi ancora di più perchè ha un roster importante. In EuroLega però deve fare qualcosa di più.”

The following two tabs change content below.
Andrea Romano

Andrea Romano

Brindisino, classe 1990. Dal 1° Dicembre 2013 cerco di raccontare al meglio tutto ciò che riguarda la New Basket Brindisi. Dall'Aprile 2014 inoltre collaboro con BasketUniverso.it.