Anteprima: Acqua Vitasnella Cantù-Enel Basket Brindisi

cantù Brindisi

Questo articolo ha avuto 572 visualizzazioni.

cantù Brindisi
L’anticipo della 8° Giornata di Serie A BEKO offre la sfida tra Acqua Vitasnella Cantù ed Enel Basket Brindisi
. Anche in questa giornata, Brindisi affronta una squadra con gli stessi punti in classifica. Entrambe le squadre hanno conquistato fin’ora 8 punti, frutto di 4 vittorie e 3 sconfitte. Attualmente l’Acqua Vitasnella è 8° in classifica mentre l’Enel è 7°. Il Pianella però è un campo ostico per Brindisi, che nella sua storia in Serie A, nei precedenti 4 confronti, non è mai riuscita ad espugnarlo. In totale sono 8 i precedenti,e Cantù è avanti per 5 a 3. Sfida importantissima, quindi, per entrambe le squadre per continuare a lottare per conquistare un posto alle Final Eight al termine del girone d’andata e un posto playoff al termine della regular season. Palla a 2 sabato sera alle 20:30.

Acqua Vitasnella Cantù:
Gli uomini di coach Stefano Sacripanti sono reduci dalla prima vittoria esterna in campionato ottenuta a Caserta sabato scorso e dall’incredibile vittoria sulla sirena in EuroCup contro gli Artland Dragons. Il cammino però, in entrambe, le competizioni non è dei più esaltanti, meglio definibile come altalenante. Gli sforzi in EuroCup, in cui la squadra ha conquistato solo 2 vittorie in 7 gare ha avuto ripercussioni anche in campionato. In serie A sono arrivate 4 vittorie, anche qui in 7 gare, 2 delle quali ottenute contro formazioni importanti e che ambiscono ad alte posizioni, ovvero Avellino e Sassari. In estate il roster è cambiato molto e ha visto arrivare giocatori anche con esperienza in NBA. Parliamo del play Johnson-Odom (ex Lakers e Philadelpia) e l’ala Jones (ex Orlando Magic). Inoltre qualche giorno fa è tornato al Pianella anche il forte centro georgiano Shermadini, che ha già indossato la canotta di Cantù anche nella stagione 2011/12 . Sono rimasti nel roster dello scorso anno gli italiani Stefano Gentile e Awadu Abass, quest’ultimo nominato anche capitano. Brindisi ritroverà anche Eric Williams, che nell’estate del 2010 firmò per l’Enel e solo 3 giorni dopo rescisse il contratto per motivi famigliari. L’unico problema per Sacripanti sarà quello di decidere a chi rinunciare degli stranieri (8), per ragioni regolamentariQueste le parole di coach Sacripanti nel presentare il match: “Brindisi è un avversario molto complicato da affrontare perché, con l’inserimento di Pullen, può contare su quattro giocatori, ovvero gli esterni e Delroy James nel quattro, che possono prendere grandi vantaggi dal palleggio sul perimetro. L’Enel sfrutta queste caratteristiche con una serie di situazioni in cui apre il campo e diventa di una pericolosità offensiva notevole. Domani inoltre dovrebbe fare il suo ritorno in campo Mays che, con l’aggiunta di Simmons, forma un ottimo reparto lunghi dando ai pugliesi un’assoluta completezza nei ruoli.
La sfida con Brindisi è per noi molto importante in ottica qualificazione alle Final 8, così come lo è stata quella con Caserta. Le prossime due partite in casa potrebbero infatti essere fondamentali per noi in questo primo spicchio di campionato. Mi sembra che ci sia un grande equilibrio per cui diventa decisivo riuscire a difendere il fattore campo come abbiamo fatto finora in Serie A”.

Roster: 1 Johnson-Odom, 4 Feldeine, 5 Abass, 8 Bloise, 9 Lagana’, 16 Mbodj, 18 Jones, 15 Maspero, 19 Shermadini, 22 Hollis, 25 Buva, 30 Gentile, 31 Williams. Coach: Stefano Sacripanti.

Enel Basket Brindisi:
Enel BrindisiCoach Piero Bucchi, questa settimana, ha potuto lavorare con il roster al completo. Certo Mays non è ancora al top della forma, ma sarà portato a referto nella gara contro Cantù e non è detto che non possa giocare anche qualche minuto, giusto per riprendere confidenza con il campo. Anche Zerini durante la settimana di preparazione ha avuto un piccolo problema ma come ha dichiarato Bucchi, allarme rientrato. La squadra partita venerdì pomeriggio verso Cantù, ed è reduce dalla vittoria casalinga contro Bologna, che si aggiunge a quella ottenuta in EuroChallenge contro il Ratiopharm Ulm. Entrambe le vittorie sono state importanti per il morale della squadra: quella in Germania ha dimostrato che Brindisi può essere la favorita del Girone A e soprattutto ha molte chance di passare il 1° turno, mentre quella contro Bologna è servita a ripartire in campionato dopo 2 k.o. consecutivi. Queste le parole di coach Piero Bucchi nel presentare il match: “Campo sicuramente complicato e difficile. Cantù è spinta da un pubblico caldissimo. Noi dovremmo essere molto freddi come in Germania, quella partita per noi è un esempio da percorrere. Si è rinforzata con nuovi acquisti. E’ un ottima squadra e bisognerà usare bene le nostre energie per riuscire a vincere in una gara che sulla carta è molto difficile”. 

Roster: 0 Pullen, 2 Harper, 5 James, 7 Bulleri, 8 Cournooh, 9 De Gennaro, 12 Denmon, 14 Simmons, 15 Morciano, 19 Zerini, 31 Turner Jr., 40 Mays. Coach: Piero Bucchi

COSI’ IN CAMPO:
Starting Five Cantù:
Johnson-Odom, Faldeine, Jones, Hollis, Williams.
Starting Five Brindisi: Pullen, Denmon, Turner Jr., James, Simmons.

ARBITRI
Alessandro VICINO – Nicola RANAUDO – Denis QUARTA

DIRETTA TV & STREAMING
Gazzetta.TV, clicca qui per vedere la diretta della gara in streaming.

Per conoscere le statistiche e le curiosità del match, clicca qui.

The following two tabs change content below.
Andrea Romano

Andrea Romano

Brindisino, classe 1990. Dal 1° Dicembre 2013 cerco di raccontare al meglio tutto ciò che riguarda la New Basket Brindisi. Dall'Aprile 2014 inoltre collaboro con BasketUniverso.it.