Coach Piero Bucchi: “Dobbiamo crescere. Questi sono 2 punti che volevamo fortemente”

Bucchi sala stampa Enel Brindisi-Upea Capo D'Orlando

Questo articolo ha avuto 301 visualizzazioni.

Queste le dichiarazioni di coach Piero Bucchi e Giulio Griccioli nel post partita di Enel Basket Brindisi-Upea Capo D’Orlando (clicca qui, per leggere il recap):

ENEL BASKET BRINDISI

Coach Piero Bucchi:
Bucchi sala stampa Enel Brindisi-Upea Capo D'Orlando“Dobbiamo crescere. Loro hanno una buona squadra: degli Americani buoni, giocatori italiani, che magari non hanno i 30 minuti di una volta ma sanno giocare a pallacanestro come Soragna e Basile, che sono 2 “Bulleri” ovvero giocatori d’esperienza e grande classe. Abbiam fatto 2 partite di fila, con un ottimo approccio contro Pistoia e Ulm e oggi eravamo più stanchi mentalmente. Dobbiamo crescere nel senso che dobbiamo essere più bravi a gestire l’energia nervose. Lo dico dopo una vittoria, sia ben chiaro, e se dobbiamo fare la coppa sarà così. La nostra forza va gestita. Bulleri al di la dei tiri sbagliati, dentro c’ha dentro un gas, una grinta e un atteggiamento che avete visto stasera che è quello di un giocatore d’esperienza. Lui che fa la coppa da una vita, sa cosa significhi giocatore 2 volte a settimana e non li costa nessun tipo di fatica giocare dopo una buona gara in coppa. Partita divisa in 2: nel primo tempo abbiamo fatto fatica a trovare ritmo e qualcuno ha fatto fatica ad entrare in partita, nel 2° tempo anche grazie alle seconde linee siamo riusciti a riprendere in mano la gara aumentando un po’ l’intensità. Due punti che volevamo fortemente e che dovevamo assolutamente portare a casa. Serve comunque un approccio migliore. Eric è un po’ indietro, non era proprio la sua partita perchè Capo D’Orlando ha giocato spesso con 2 numeri 4 e con Archie che colpiva spesso da fuori. Inoltre ogni tanto si dimenticava gli schemi ma è normale. Pullen a Barcellona non giocava da protagonista, giocava spiccioli di partita. Qui è il playmaker titolare e noi vogliamo sempre il massimo e questa è una nuova sfida per lui. Oggi è un passo indietro per lui, deve cercare di dare continuità per diventare un giocatore di alto livello”.

UPEA CAPO D’ORLANDO

Coach Giulio Griccioli:
Griccioli sala stampa Enel Brindisi-Upea Capo D'Orlando“Dobbiamo essere felici della nostra prestazione. Fuori casa ci capita spesso di avere qualche falletto di troppo su Hunt ad inizio partita e ci costringe a tenerlo fuori. Resistere allo strapotere fisico di Brindisi era veramente tosta ma ce l’abbiamo messa tutta. Abbiamo reagito al loro primo colpo nel terzo quarto e quando Archie ha finito la benzina non ci siamo disuniti, abbiamo retto e abbiamo finito sotto di 6 il quarto. A 20 secondi dal termine il tiro di Freeman del -1 è uscito ma era il miglior tiro che potevamo prendere. Siamo stati in partita fino all’ultimo secondo della gara e questo ci deve dare la forza giusta. Noi non abbiamo il roster di Brindisi e non dobbiamo fare il campionato di Brindisi. Usciamo un po’ incavolati perchè anche oggi ce la potevamo fare. Abbiamo avuto forza mentale 38 minuti su 40 e forse avremmo dovuta averla 40 su 40 ma non credo sarebbe bastata.

Fonte: New Basket Brindisi

The following two tabs change content below.
Andrea Romano

Andrea Romano

Brindisino, classe 1990. Dal 1° Dicembre 2013 cerco di raccontare al meglio tutto ciò che riguarda la New Basket Brindisi. Dall'Aprile 2014 inoltre collaboro con BasketUniverso.it.