Coach Piero Bucchi: “Ora l’appetito vien mangiando”.

bucchi brindisi-ratiopharm tasco la stella del sud

Questo articolo ha avuto 258 visualizzazioni.

Queste le dichiarazioni di coach Piero Bucchi, James Mays, Nando MarinoThorsten Leibenath e Per Günther nel post partita di Enel Basket Brindisi-Ratiopharm Ulm (clicca qui, per leggere il recap):

Enel Basket Brindisi:

Coach Piero Bucchi:
“Il passaggio del turno era una cosa che ci eravamo prefissati a inizio stagione. Siamo contenti. Chiaro che adesso l’appetito viene mangiando e puntiamo adesso dritti sulla seconda fase nella quale vogliamo fare bene. L’esperienza, quindi, continua. E vogliamo dare il massimo. Abbiamo giocato la partita che volevamo, senza fare calcoli alcuno, ne tanto meno pensare a ciò che succedeva in Svezia. Bravi i ragazzi ad averla interpretata al meglio, soprattutto ad averla giocata con la giusta determinazione. Una buona gara. Domani (oggi, per chi legge, ndc) stacchiamo la spina e da giovedì le attenzioni le rivolgiamo alla gara di domenica contro Capo d’Orlando, che semplice non sarà”.

James Mays:
“Sono contento per la mia prestazione. Il mio intento è quello di fare il giusto per essere utile alla squadra. Non è importante quanti punti faccia, mi piace prendere un rimbalzo importante o rubare un pallone che può essere decisivo. La mia condizione? “Mi sento meglio con il passare del giorno. Sto lavorando duramente con il preparatore Marco Sist”.

Presidente Nando Marino:
“Siamo contenti, ma procediamo un passettino alla volta. Stasera (ieri, ndc) era importante vincere, e bisognava farlo al meglio. Ci siamo riusciti e c’è da essere felici. Ora ci aspetta la seconda fase, che non sarà per nulla facile. Ci sarà comunque la possibilità di giocare altre sei partite in Europa e di portare qui a Brindisi formazioni di rango”.

Ratiopharm Ulm:

Coach Thorsten Leibenath:
“Intanto vanno i miei complimenti a Brindisi per il meritatissimo passaggio del turno. Ha dimostrato sul campo di essere la squadra più forte del girone. A noi, invece, è andata male. Speravamo di accedere alla seconda fase, soprattutto ci credevamo. Abbiamo giocato male fuori casa, in particolare in Olanda. Proprio la sconfitta subita in casa del Den Bosch, unita a quella interna contro l’Enel alla fine sono state determinanti per la nostra uscita di scena. Ovviamente sono molto deluso, inutile nasconderlo. Sulla partita di stasera (ieri, ndc), che dire. Ho avuto indicazioni importanti dalla panchina, non così dal dal quintetto base. Anche così si spiega la nostra sconfitta. Ripeto, però, grande merito va dato a Brindisi che si è dimostrata ancora una volta una buonissima squadra”.

Per Günther:
“Penso che Brindisi è stata molto aggressiva e ha attaccato bene sin dall’inizio della gara, hanno sparato con un’alta percentuale dal campo nel primo tempo. Se vuoi vincere devi giocartela aggressivamente prima dei tuoi aversari. Avevamo bisogno di vincere oggi, ma ci meritiamo la sconfitta”.

 

Fonte: Nuovo Quotidiano di Puglia e FIBA Europe | Foto: La Stella Del Sud

The following two tabs change content below.
Andrea Romano

Andrea Romano

Brindisino, classe 1990. Dal 1° Dicembre 2013 cerco di raccontare al meglio tutto ciò che riguarda la New Basket Brindisi. Dall'Aprile 2014 inoltre collaboro con BasketUniverso.it.