Coach Piero Bucchi: “Per battere Milano bisogna giocare la partita perfetta”

Bucchi Sala Stampa

Questo articolo ha avuto 600 visualizzazioni.

Coach Piero Bucchi, nella conferenza stampa tenutasi questo pomeriggio presso la Sala Stampa del PalaPentassuglia, ha affrontato vari argomenti, tra cui: il prossimo impegno contro l’Olimpia Milano, la vittoria di Avellino, il bilancio del 2014, le condizioni di Simmons e il minutaggio di Cournooh.

Bucchi Sala Stampa

Prossimo Impegno contro l’EA7 Emporio Milano:
“Le partite importanti sono sempre quelle da giocare, il prossimo è un impegno molto complicato, difficile. Arriviamo da un periodo discreto e andiamo a Milano con fiducia e cercheremo di dare il massimo. Affronteremo la squadra più forte, più lunga e più accreditata. Milano è la migliore. Per batterla devi fare la gara perfetta, da EuroLega. Dobbiamo essere molti precisi e coesi. Ha il 99.9% di possibilità di vincere lo scudetto. Fa piacere giocare a Milano perchè è la scala della pallacanestro Italiana. Ci sono stati tanti anni lì, fa piacere, ma l’emozione sparirà durante la palla a 2″.

Vittoria ad Avellino:
“Siamo riusciti a portare a casa una partita che sembrava compromessa. Nessuno ha pensato che fosse persa. Il carattere è stato fondamentale. Loro erano un’ottima squadra ma siamo riusciti a fare delle ottime fasi offensive e difensive. Non nego che negli anni abbiamo seguito spesso i giocatori del quintetto dell’Avellino, come Gaines, Harper e Anosike”.

Notizie su Simmons:
“Simmons continua a camminare sulle stampelle. E’ sereno. Al momento si è fermato qui poi deciderà se continuerà a fare la riabilitazione qui o in America”.

Bilancio 2014:
“La squadra ha fatto 2 partite a settimane con ottimi risultati ottenendo la qualificazione alle Last 16 e in campionato siamo posizionati bene in classifica. Il rendimento della squadra è sicuramente positivo. Si deve migliorare nella concentrazione a gestire il doppio impegno”.

Delroy James:
“Delroy è l’emblema di questa squadra. Riesce ad interpretare al meglio la caratteristica della nostra squadra: ovvero che facendo bene il lavoro difensivo poi si ottengono risultati importanti anche in attacco”

Impiego Cournooh:
“Cournooh sta andando bene e ho molto stima di lui. Non è da leggere come mancanza di fiducia il suo poco impiego da parte mia. Qualche volta provo a far giocare tutti per fargli prendere il ritmo ma nel 2° tempo devo fare delle scelte. Con la coppa ho maggior possibilità di distribuire responsabilià e minutaggi”.

Fonte e Foto: La Stella Del Sud – Basket Brindisi

The following two tabs change content below.
Andrea Romano

Andrea Romano

Brindisino, classe 1990. Dal 1° Dicembre 2013 cerco di raccontare al meglio tutto ciò che riguarda la New Basket Brindisi. Dall'Aprile 2014 inoltre collaboro con BasketUniverso.it.