Enel Basket Brindisi semifinalista in Final Eight!

117

Questo articolo ha avuto 236 visualizzazioni.

Enel Basket Brindisi-Umana Reyer Venezia: 80-73

Mediolanum Forum- 07214 – Ore 15:30
Quarto di Finale – Final Eight 2014

L’Enel Basket Brindisi vola in semifinale con il Siena
Nessuno lo avrebbe mai detto visto l’inizio disastroso del Brindisi nel primo quarto di finale Final Eight 2014, contro l’Umana Reyer Venezia. La partita vuole iniziarla James con un tiro da 3 non andato a buon fine, Snaer recupera, sussegue Smith che con un canestro da sotto inaugura l’incontro con i primi 2 punti. Lewis ci prova, perde il possesso, sbaglia il tiro a canestro, così anche Zerini, intanto Crosariol segna. Per Brindisi solo palle perse targate Snaer, invece Linhart e Taylor decidono di mettere i puntini sulle i e portano il Venezia a 9 punti sull’Enel che è ferma ancora a 0. Coach Bucchi chiede un time-out, cerca di motivare i suoi  ragazzi a dare il meglio. Il canestro brindisino finalmente arriva grazie a Delroy James, da 3 punti, e suo sarà anche il successivo canestro che farà rialzare la squadra e la porterà più vicina a Venezia. Siamo 5-14. Arrivano in aiuto Dyson e Todic che ci credono e mettono a segno due tiri, rispettivamente da 2 e da 3. Protagonisti indiscussi di questo primo quarto James e Dyson che riescono a riportare Brindisi a -4 dall’Umana Reyer, concludendosi a 16-20.
Il secondo quarto si apre con un canestro da 2 di Mike Snaer per l’Enel Brindisi, il Venezia conquista un altro tiro, ritorna Snaer con una tripla, ma la vera svolta viene data da Matteo Formenti con una tripla che porta Brindisi finalmente in vantaggio. Da questo momento in poi Snaer è incontrollabile, etichetta a nome suo i prossimi due canestri, di cui un’altra tripla, mentre i veneziani rimangono indietro a guardare allibbiti il risvolto della partita. 7 minuto del 2 quarto e siamo a +9 per il Brindisi. Intanto Smith, Vitali e Crosariol cercano di riscattare la sorte della partita mandando a segno canestri su canestri, ma ancora non riescono ad avvicinarsi al Brindisi. Negli ultimi minuti ci pensano, invence per l’Enel, James, Campbell e Snaer a dettare le regole del gioco e a concludere il secondo quarto a 44-35. 
Il terzo quarto inizia con un tiro mancato di Campbell, ma Dyson subisce un fallo e va in lunetta con due tiri liberi, di cui uno sbagliato, che porta Brindisi a +10 da Venezia. Giornata un pò storta per Jerome ai tiri liberi. Tiro sbagliato di Vitali, Rosselli che perde palla, insomma questa squadra comincia ad arrendersi forse? Snaer ancora manda a tiro un altro canestro, e pian piano prende le redini della partita. 49-41, Taylor cerca di far rimontare la sua squadra, ma si commettono troppi errori, Johnson commette fallo su Dyson che nuovamente ritorna in lunetta, questa volta segnando entrambi i canestri. A cinque minuti dalla fine, Taylor manda a segno una tripla e il risultato ammonta a 51-44. Todic e Snaer fanno la differenza andando a canestro, spettacolare la schiacciata di Snaer , ma è di Zerini l’ultimo canestro del terzo quarto che si conclude 60-53 per il Brindisi. 
Ormai il destino della partita sembra già chiaro, ma si spera che i nostri giocatori non si cullino sugli allori e continuino così. Primo canestro di Taylor, ma Campbell non ci sta e tira da 3, segna un tiro libero e siamo 64-55. Nei due minuti seguenti i canestri sono firmati Venezia, da Taylor e Smith. 64-59, l’Umana Reyer piano si avvicina sempre più al Brindisi, Snaer vuole delineare una volta per tutte l’esito dell’incontro e mette a segno un altro tiro, insieme con lui Campbell, Dyson con una schiacciata, e di nuovo Campbell! Due volte Snaer, il quale ormai è stato incoronato MVP della partita, con i tiri liberi assegnatoli . Da parte di Venezia c’è voglia di riscatto, cercano di rimontare, ma manca l’unione iniziale, ormai hanno perso l’armonia di squadra, mettono a segno qualche canestro, ma ormai il Brindisi ha deciso che in semifinale ci andranno loro. Zerini, James, Campbell e infine ancora Snaer portano l’Enel Brindisi a 83 punti, mentre il Venezia rimane a 70. 
Sicuramente una partita carica di emozioni, che ha visto Michael Snaer come assoluto protagonista, il quale ultimamente aveva perso lucidità e carattere nelle partite. Un Formenti che ritorna a segnare dal 29 dicembre contro il Siena e che ha fatto la differenza durante la partita. Un Brindisi degno di essere in semifinale contro la Montepaschi Siena e di essere, speriamo, la vincitrice della Coppa Italia.

The following two tabs change content below.
Andrea Romano

Andrea Romano

Brindisino, classe 1990. Dal 1° Dicembre 2013 cerco di raccontare al meglio tutto ciò che riguarda la New Basket Brindisi. Dall'Aprile 2014 inoltre collaboro con BasketUniverso.it.