Enel Basket Brindisi-Sidigas Avellino: 75-73

08

Questo articolo ha avuto 226 visualizzazioni.

Enel Basket Brindisi-Sidigas Avellino: 75-73
PalaPentassuglia – 19414 – Ore 16:30
27° Giornata Serie A BEKO

Dyson e James riaccendono la luce in casa Enel!


Al PalaPentassuglia di Brindisi va in scena l’anticipo della 12° giornata di ritorno della Serie A BEKO e vede affrontarsi sul parquet i padroni di casa dell’Enel Basket Brindisi, in calo e con una sola vittoria nelle ultime 4 gare, e  la Sidigas Avellino che tenta di lottare per conquistare un posto playoff dopo le 6 sconfitte nelle ultime 7 gare.
Gli ospiti iniziano bene il match piazzando i primi punti con la tripla di Lakovic, che si replicherà 2 minuti più tardi portando la Sidigas sul 2-8 dopo 3 minuti di gioco. Delroy James è subito protagonista in entrambe le aree e con l’aiuto di Snaer porta per la prima volta in vantaggio i padroni di casa al 6° minuto (9-8). Il quarto scivola via abbastanza equilibrato e che vede dar vita a un botta e risposta sotto canestro ma che vede prevalere gli uomini in canotta verde al fine dei primi 10 minuti sul risultato di 18-21.
Il secondo quarto inizia con il canestro del -1 del rientrante Matteo Formenti, fermo ai box dalle Final Eight di Coppa Italia dello scorso Febbraio. Continua la sontuosa partita di James che tra il 12° e il 13° minuto di gioco mette a referto 4 punti, 3 rimbalzi, 1 stoppata, 1 palla recuperata e 1 fallo subito e che permette a Brindisi di mantenere il vantaggio. Gli uomini di coach Vitucci mantengono ancora testa sul parquet e grazie a Lakovic-Hayes e Thomas provano a ridurre lo svantaggio. Al 15° minuti gli Irpini tornano in vantaggio ma dall’altra parte del campo Miroslav Todic piazza immediatamente la tripla del +1. L’Enel prova la prima mini fuga che si concretizza al 19° minuto quando Snaer da sotto porta i padroni di casa sul +8 (37-29). Primo massimo vantaggio che i bianco-azzurri riusciranno a tenere sino al termine dei primi 20 minuti, quando allo scadere David Chiotti, servito da Campbell, riuscirà a realizzare da sotto il 42-34.
Al rientro dall’intervallo lungo la Sidigas prova a rientrare in partita grazie Hayes, Will e Cavaliero ma James ancora una volta fa capire agli ospiti che sarà dura piazzando la tripla del +6 (47-41). Tra il 24° e il 26° minuto inizia sul parquet il Dyson show. Se fino a quel momento il play di Brindisi era rimasto abbastanza anonimo in questo arco di tempo fa perdere la testa alla difesa di Avellino e Vitucci è costretto a chiamare subito il timeout quando all’ennesima penetrazione di Dyson il punteggio sul tabellone recita 53-43 (+10, nuovo massimo vantaggio Brindisi). Michael Snaer a meno di un minuto dal termine del quarto schiaccia a canestro il dominio degli uomini di coach Piero Bucchi portando il vantaggio sul +11 (59-48). C’è tempo per Avellino di ridurre lo svantaggio a -9 grazie i liberi messi a segno da Golwire.
Nell’ultimo quarto esce fuori l’orgoglio della Sidigas. James mette a referto un’altra tripla (62-50). L’Enel però non riesce più a trovare il canestro grazie all’aggressività in difesa degli ospiti che con Foster-Achara e Golwire danno vita ad una clamorosa rimonta portando al 35° minuto lo scarto a -2. Rimonta che si concretizzerà al 37° minuto quando James commette prima fallo su Thomas e per protesta prende anche il tecnico. Esce dal parquet uno dei maggiori protagonisti della gara. Avellino ai liberi non è precisa piazzando solo 2 dei 4 tiri liberi concessi (63-65). Passa meno di un minuto e questa volta è Golwire a commettere fallo e prendersi il tecnico. Dyson ritorna preciso dalla lunetta e realizza i 4 tiri liberi riportando l’Enel in vantaggio (67-65). Inizia l’ultimo minuto di gioco che è un susseguirsi di emozioni. Cavaliero dalla lunetta riporta la Sidigas a -1 ma una tripla da lontanissimo di Dyson infiamma il Palazzettto (72-68). E’ ancora Cavaliero a mantenere vivi gli ospiti ma il numero 18 sbaglierà a 6 secondi dalla fine il libero del possibile -1 e giocarsela ancora con l’Enel. Il match termina con il rimbalzo difensivo di Dyson e il risultato di 75-73.
Vittoria importantissima per gli uomini di Piero Bucchi che in attesa dei posticipi ritorna la secondo posto in classifica e che potrà affrontare così a viso aperto la Montepaschi Siena domenica prossima. Per la Sidigas Avellino continua invece il momento non facile in stagione e che vede così forse sfumare i playoff.

Brindisi: James 17, Todic 7, De Giorgi, Formenti 2, Dyson 17, Lewis 7, Chiotti 4, Jurtom, Zerini 4, Snaer 6, Leggio, Campbell 11.
TL 2129, T2 2140, T3 418
Rimbalzi: 45 (10 James)
Assist: 12 (5 Dyson)

Avellino: Thomas 11, Biligha, Lakovic 12, Spinelli, Ivanov 7, Goldwire 6, Morgillo, Cavaliero 13, Riccio, Achara 2, Foster 14, Hayes 8.
TL 2634, T2 1025, T3 932
Rimbalzi: 33 (11 Ivanov)
Assist: 10 (3 Cavaliero e Goldwire)

Trovi il nostro articolo anche su BasketUniverso: http://basketuniversofficial.altervista.org/lenel-soffre-contro-la-sidigas-ma-torna-al-successo/

The following two tabs change content below.
Andrea Romano

Andrea Romano

Brindisino, classe 1990. Dal 1° Dicembre 2013 cerco di raccontare al meglio tutto ciò che riguarda la New Basket Brindisi. Dall'Aprile 2014 inoltre collaboro con BasketUniverso.it.