Enel Basket Brindisi-Victoria Libertas Pesaro: 70-74

21

Questo articolo ha avuto 219 visualizzazioni.

Enel Basket Brindisi-Victoria Libertas Pesaro: 70-74
PalaPentassuglia – 04514 – Ore 17:00
28° Giornata Serie A BEKO
BRINDISI FATICA E CADE ANCORA 

Partita di vitale importanza in chiave play-off e salvezza quella tra Enel Basket Brindisi e Victoria Libertas Pesaro valida per la penultima giornata di Regular Season. Al PalaPentassuglia Brindisi deve vincere per mantenere il 4° posto e tenere a distanza Sassari mentre Pesaro cerca punti importanti per salvarsi. Coach Piero Bucchi deve rinunciare, all’ultimo minuto, a Michael Snaer, miglior difensore della squadra di casa e che risulterà un’assenza importante.
Il primo possesso di palla e di Brindisi che non impiega molto a segnare il primo canestro con la penetrazione di Folarin Campbell a cui risponde Oberah Anosike che dopo la stoppata di Andrea Zerini conquista il suo primo rimbalzo della gara e infila il canestro del pareggio. Il 3° minuto di gioco va via con realizzazioni da fuori l’arco: prima Dyson , poi Johnson e infine Zerini (8-5). Gli ospiti riescono a portarsi in vantaggio per la prima volta al 6° minuto con Turner che realizza da sotto. Brindisi non ci sta e nei successivi 1:50 di gioco piazza un break di un 7-0 per un parziale di 15-9. Jerome Dyson al 9° mantiene ancora le distanze a +7 con un’altra tripla. Nel finale di quarto però le distanze si accorceranno di solo 3 lunghezze grazie al canestro da sotto di Anosike e allo scadere di Luigi Dordei. I primi 10 minuti di gioco finiscono con il risultato di 20-17.
Il 2° quarto inizia con la tripla di Michael Umeh, che fa l’esordio sul parquet del PalaPentassuglia. a cui risponde subito Andrea Pecile (23-20). Il quarto continua con vari capovolgimenti di fronte che sono conditi da errori al tiro. Al 17° minuto Ron Lewis riporta le distanze a +7 con una tripla (31-24). Un minuto più tardi i 2 playmaker di Brindisi hanno commesso in totale 5 falli personali, 3 per Umeh e 2 per Dyson, coach Piero Bucchi allora richiama in panchina quest’ultimo che non sembra gradire la sostituzione e non le manda a dire al proprio allenatore. I padroni di casa sembrano controllare le offensive di Pesaro ma al 20° minuto il punteggio recita 34-30 grazie ad un’altra realizzazione allo scadere da parte degli ospiti, questa volta ad opera di Turner.
Rientrati dall’intervallo lungo l’Enel Basket Brindisi prova a dare la sterzata decisiva alla partita e all’inizio del 23° minuto di gioco il vantaggio dei padroni di casa è di +9 (secondo massimo vantaggio) che diventerà di +11 quando Andrea Zerini conquista il rimbalzo offensivo e da sotto realizza il 43-32. Gli ospiti sembrano subire il colpo ma tuttavia riescono a mantenere viva la partita grazie ai rimbalzi di Anosike e i canestri di Perry Petty e di Raven Johnson. Al 26° minuto Delroy James realizza l’ultimo canestro dei successivi 3 minuti per Brindisi e tutto ciò favorisce la rimonta di Pesaro che grazie a Trasolini, Musso e Turner si riporta a -2. Negli ultimi secondi di gioco Miroslav Todic riesce a realizzare il canestro e il tiro libero aggiuntivo, ma ancora una volta allo scadere gli ospiti segnano un altro canestro, questa volta da 3 grazie a Pecile. Il risultato allo scadere del 3° quarto è di 51-49.
Iniziano così gli ultimi  10 minuti di gioco. Delroy James con una tripla prova a dare una scossa all’Enel Basket Brindisi ma la Vuelle non è mai doma e prima pareggia con Anosike e poi ritrova il vantaggio grazie ad una tripla di Andrea Musso al termine del 34° minuto (56-59). Gli uomini di coach di Dell’Agnello trovano il massimo vantaggio (+5) grazie alla tripla di Turner (62-65). Brindisi prova a recuperare la partita ma nel finale Pesaro da 3 è infallibile. Jerome Dyson poco prima dell’inizio degli ultimi 120 secondi di gioco porta lo svantaggio a -1, anche lui grazie ad una realizzazione da fuori l’arco (67-68) ma gli uomini in canotta rossa continuano il loro tiro a segno impeccabile da 3 e Musso riporta le distanze a +4. Ron Lewis realizza il suo 15° punto riportando i padroni di casa a -1. Negli ultimi 60 secondi Brindisi riesce a conquistare un extra possesso per il fallo in attacco di Pesaro ma che non riuscirà a sfruttare tanto che gli ospiti si portano sul 70-72 grazie alla realizzazione di un tiro su due dei liberi conquistati da Musso. Allo scadere Dyson prova la penetrazione e a pareggiare i conti ma il suo tentativo fallisce, Musso conquista il rimbalzo difensivo e lancia in contropiede Pecile che fissa il risultato sul 70-74.
Vittoria importantissima per gli uomini di coach Dell’Agnello che grazie ad uno straordinario Anosike al rimbalzo (25) e una percentuale del 75% da 3 nell’ultimo quarto espugna il PalaPentessuglia e si giocherà il tutto per tutto nell’ultima partita in casa contro l’Umana Reyer Venezia. L’Enel Basket Brindisi perde invece il match-ball di conquistare matematicamente il 4° posto e domenica prossima a Sassari giocherà contro i padroni di casa in cerca proprio del 4° posto e del fattore campo ai play-off.

Brindisi: James 11, Todic 3, Morciano, Formenti, Dyson 19, Lewis 15, Chiotti 2, Jurtom, Zerini 6, Umeh 8, De Gennaro, Campbell 6.
TL 10-15, T2 12-31, T3 12-36
Rimbalzi: 39 (12 James)
Assist: 12 (4 Dyson)

Pesaro: Musso 12, Bartolucci, Terenzi, Johnson 13, Pecile 10, Dordei 5, Trasolini 6, Anosike 8, Turner 16, Petty 4. All.
TL 3-8, T2 22-40, T3 9-25
Rimbalzi: 45 (25 Anosike)
Assist: 5 (3 Anosike)

Trovate il nostro articolo anche su BasketUniverso: http://goo.gl/IQlI5j

The following two tabs change content below.
Andrea Romano

Andrea Romano

Brindisino, classe 1990. Dal 1° Dicembre 2013 cerco di raccontare al meglio tutto ciò che riguarda la New Basket Brindisi. Dall'Aprile 2014 inoltre collaboro con BasketUniverso.it.