EuroChallenge | Enel Basket Brindisi-SPM Shoeters: 76-62

Denmon Brindisi-SPM

Questo articolo ha avuto 420 visualizzazioni.

L’Enel Basket Brindisi non sbaglia e batte il SPM Shoeters.

 

Enel Basket Brindisi-SPM Shoeters: 76-62
4° Giornata EuroChallenge, Gruppo A
PalaPentassuglia, Brindisi 03/12/14 


Cedric Simmons e James Mays fanno la voce grossa nel pitturato, Denmon ne fa 20 e ricama la vittoria. Il SPM Shoeters dura quasi 2 quarti poi gli uomini di coach Piero Bucchi prendono il sopravvento e portano a casa il risultato. Grazie a questo successo l’Enel Basket Brindisi ribalta la differenza canestri dell’andata e sale a quota 7 punti insieme al Ratiopharm Ulm che batte in casa gli svedesi del Södertälje Kings.

Al PalaPentassuglia si gioca la 4° gara del gruppo A, la 1° di ritorno, tra i padroni di casa dell’Enel Basket Brindisi e gli olandesi del SPM Shoeters. Coach Piero Bucchi per l’appuntamento odierno può avere finalmente tutta la squadra a disposizione, Mays e Pullen sono così pronti al debutto in coppa. I “Blacks” all’andata vinsero di 2 punti e arrivano in Puglia con gli stessi punti di Brindisi.

1° Quarto – Denson porta avanti gli ospiti. Simmons schiacciando fa capire subito a Reggie Johnson che questa sera sarà tutta un’altra storia. Poco dopo Denmon porta sul +3 Brindisi (5-2). Al 5° il risultato recita 10-10. Dopo l’hook shoot di Simmons arriva la tripla di Pullen che fa impazzire il pubblico (15-10). Il pivot brindisino continua a dominare e a far impazzire Johsnon. Al 7° Simmons schiaccia il 17-12. Gli olandesi però non si arrendono e la tripla di Curry a fine quarto permette al SPM Shoeters di sorpassare Brindisi e finire il quarto sul 21-22.
2° Quarto – Dopo un minuto e mezzo di imprecisione da ambo le parti è James Mays a segnare il primo canestro del quarto che permette a Brindisi di riportarsi in vantaggio. Akerboom e Denson al 14° portano sul +3 i “blacks” (24-27). Cournooh dalla lunetta riporta in vantaggio i padroni di casa mentre poco dopo Turner Jr. riporta Brindisi sul +5 (32-27) al 17°. Zerini stoppa 2 volte in pochi minuti le offensive olandesi. I Lay-up di Mays e Denmon permettono all’Enel di allungare sul +9 (39-30, massimo vantaggio). Prima di andare negli spogliatoi c’è tempo di vedere la bellissima schiacciata di Mays. A fine del 2° quarto il tabellone recita 42-39.

3° Quarto –  Rientrati dalla pausa lunga l’SPM Shoeters prova a rientrare in partita ma Johnson continua a commettere falli in attacco. Denson si prende la stoppatona di Simmons. Dal 25° Turner fa l’extra-terrestre e piazza 8 punti consecutivi (2 triple e 1 un tiro dall’area). Wessels e Akerboom cercano di tenere la propria squadra ancora in partita rispondendo al numero 31 brindisino. Bulleri mette la bomba del +14 al 27°. Denmon dalla lunetta incrementa il vantaggio: 56-40. Ancora una volta Mays chiude il quarto con un’altra schiacciata. Al 30° il risultato è di 61-44.
4° Quarto – Bulleri firma il +17 (massimo vantaggio). Al 34° James è costretto ad uscire per un dolore alla avanbraccio. Bucchi manda così in campo Simmons. Per la prima volta i tifosi dell’Enel Basket Brindisi vedono in campo contemporaneamente Mays e Simmons. Johnson commette il 5° fallo personale e va a sedersi in panchina. Denson però mantiene viva la sua squadra e permette agli ospiti di accorciare le lunghezze: 66-57 al 37°. Poco dopo Mays si fa male e fa tremare di paura i tifosi brindisini. Rientra così James in campo. Nel finale si scatena Denmon e Brindisi porta a casa il risultato. Finisce 76-62 a favore dell’Enel Basket Brindisi.

Con questa vittoria gli uomini di coach Piero Bucchi ribaltano il risultato dell’andata e salgono a quota 7 punti in classifica. Denmon dopo i 31 di Ulm ne mette altri 20. Simmons e Mays dominano il pitturato e fanno vivere una serata di incubo a Reggie Johnson. Turner, come sempre, piazza i canestri nei momenti più delicati della gara. Passo indietro per James rispetto alla gara di Cantù nel punto di vista realizzativo ma serve 5 assist. Nell’altra gara il Ratiopharm Ulm domina il Södertälje Kings per 88-62 e si porta in testa alla classifica del gruppo A con 7 punti ma è avanti a Brindisi per la differenza canestri.

MVP Cedric Simmons: E’ vero Denmon ne mette 20 e Mays al debutto ne mette 14 però “Big Ced” fa capire subito al SPM Shoeters che dove c’è lui non si passa. Sfiora la doppia-doppia con 11 punti e 8 rimbalzi. Mette la manona e stoppa 2 volte gli attacchi degli olandesi ma impressiona la sua forma fisica. Dominante.

Parziali: 21-22; 41-32 (20-10); 61-44 (20-12); 76-62 (15-18).

Enel Basket Brindisi: Pullen 9, Harper, James 1, Bulleri 5, Cournooh 4, De Gennaro, Denmon 20, Simmons 11, Morciano, Zerini, Turner 12, Mays 14. All. Bucchi
Starting Five: Pullen, Denmon, Turner Jr., James, Simmons.
T2 18-29 (62.1%), T3 9-31 (29%), TL 13-18 (72.2%)
Rimbalzi: 36 (8 Simmons)
Assist: 16 (5 James)

SPM Shoeters: Slagter 4, Johnson 6, Nguyen, Wessels 8, Denson 17, Schilder, De Pagter 2, Curry 9, Akerboom 8, Adriaans, Vries, Aarts 8. All. Jones
Starting Five:
Curry, Denson, Wessels, Akerboom, Jonshon.
T2 24-54 (44.4%), T3 2-13 (15.8%), TL 8-14(57.1%)
Rimbalzi: 45 (9 Wessels)
Assist: 12 (4 Wessels)

Foto: Damiano e Vincenzo Tasco

The following two tabs change content below.
Andrea Romano

Andrea Romano

Brindisino, classe 1990. Dal 1° Dicembre 2013 cerco di raccontare al meglio tutto ciò che riguarda la New Basket Brindisi. Dall'Aprile 2014 inoltre collaboro con BasketUniverso.it.