EuroChallenge | Presentazione Squadre Gruppo A

Gruppo A

Questo articolo ha avuto 576 visualizzazioni.

Oggi il sito FIBA Europe ha presentato le squadre partecipanti all’EuroChallenge nel gruppo A, ecco cosa scrive:

ENEL BASKET BRINDISI
Brindisi, ha saldato la sua posizione nella Serie A italiana così tanto negli ultimi due anni, che si tende a dimenticare che il club è tornato nella massima serie solo nel 2012. Hanno sorpreso tutti la scorsa stagione aggiudicandosi il quinto posto e raggiungendo le semifinali della Coppa Italia. L’ex allenatore di Treviso e Milano Piero Bucchi, che è arrivato a Brindisi nel 2011, è l’architetto di questi risultati.
Pezzi Grossi: James Mays non sarà in corsa per il titolo del centro più alto del EuroChallenge, ma  sta facendo molto bene con i suoi 206 centimetri di altezza. Il 28enne, che ha una lunga carriera nella Lega di Sviluppo (NBA D-League) e in precedenza aveva giocato in Europa con il club turco Mersin. E’ reduce da un buon inizio in Serie A e potrebbe portare Brindisi in doppia cifra sia nei punti che nei rimbalzi.
Piacere di rivederti: il capitano Brindisi Massimo Bulleri ha subito un grave infortunio al ginocchio lo scorso inverno e la decisione logica per un giocatore che ha compiuto 37 anni a Settembre sarebbe probabilmente quella di prendersi un giorno e riflettere sulla brillante carriera che lo ha visto cogliere il bronzo a EuroBasket 2003 e argento alle Olimpiadi del 2004 con la nazionale italiana. Eppure il playmaker veterano ha rinnovato il suo contratto a giugno, ha lavorato sodo nella riabilitazione ed è tornato in campo per l’inizio della stagione nel mese di ottobre.
Chi è questo ragazzo?: Matteo De Gennaro gioca nella stessa posizione di Bulleri, ma è esattamente 20 anni più giovane, come lui compie 18 anni nel mese di febbraio. Non si aspettava di vedere tanto il campo in questa stagione, ma ha appena debuttato in Serie A, segnando anche i suoi primi punti in campionato, nella partita contro Pesaro.

RATIOPHARM ULM
2Ulm sta vivendo il tratto più dolce nella storia del club dall’inizio del mandato dell’allenatore Thorsten Leibenath, nel 2011, che ha trasformato in un batter d’occhio la squadra portandola ai playoff della Beko Bundesliga ed inoltre la squadra è reduce da 2 buone partecipazioni in Eurocup.
Pezzi Grossi: Will Clyburn sta superando le aspettative sin dall’inizio della stagione perchè non ha solo assunto il ruolo di cecchino principale ma è anche in testa alla Bundesliga per rimbalzi arpionati. Aspettatevi il giocatore sloveno ed l’ex Krka Novo Mesto Jaka Klobucar, che continua ad adattarsi nel suo nuovo ambiente, e il nazionale tedesco Per Günther regalare anche grandi prestazioni nelle partite importanti.
Piacere di rivederti: Tim Ohlbrecht è tornato a casa dopo la sua avventura americana, e le prime indicazioni sono che l’ex nazionale tedesco è pieno di voglia di giocare al più alto livello possibile. Costituisce con Boris Savovic un ottimo duo d’attacco..
Chi è questo ragazzo?: Ala piccola Joschka Ferner, che compirà 19 annu nel mese di gennaio, si è guadagnato un posto nella rotazione di squadra e mentre i suoi minuti sono limitati per il momento, continua a sviluppare, e potrebbe vedere aumentare il suo impiego nel passare della stagione.

KINGS Södertälje
0Guidati dall’allenatore Vedran Bosnic, che ha anche preso in mano le redini della squadra nazionale svedese all’inizio di quest’anno, i Kings hanno vinto uno dopo l’altro molti titoli svedesi Basketligan. Nonostante difendino il titolo in campionato che sarà la loro principale priorità, gli svedesi sperano anche di avanzare finalmente nelle Last 16 dell’EuroChallenge, in quella che sarà la loro terza partecipazione consecutiva nella competizione.
Pezzi Grossi: Ci sono stati diversi cambiamenti nel roster di Södertälje durante la off-season, ma Toni Bizaca si è allenato non poco perchè sa che se in forma,potrà punire severamente qualsiasi difesa avversaria che gli concederà il minimo spazio libero.La veterana ala croata la scorsa stagione ha chiuso con la media di 16,2 punti in EuroChallenge ed è stato nominato MVP nella finale play-off svedesi.
Piacere di rivederti: Vincent Simpson si è evoluto in una chiave di volta per l’EuroChallenge, come la sua squadra anche lui prenderà parte alla terza stagione consecutiva in questa competizione, nonostante il fatto che abbia cambiato tre club e paesi in altrettanti anni. La point guard americana, ha prima giocato con il club ungherese Körmend (nella stagione 2012/13) e nella scorsa stagione ha avuto una stagione eccellente con l’Estonia Tartu Rock e ora cercherà di replicare che forma anche con i Kings.
Chi è questo ragazzo?: Södertälje ha un roster molto giovane e diversi giocatori in squadra potenzialmente potranno sorprendere in questa stagione di debutto. Erik Johansson, 18 anni, è il più giovane della squadra e il ragazzo promette bene dati i risultati le giovanili della Svezia. Johansson ha già trovato il campo in Basketligan in questa stagione e potrebbe fare altrettanto in EuroChallenge, anche se solo per pochi minuti.

SPM SHOETERS DEN BOSCH
1Den Bosch è l’unico club in questo gruppo, che vanta una partecipazione in EuroLega, nel 1980, quando erano i campioni d’Olanda in carica. La scorsa stagione si classificati secondi e, ovviamente, la loro priorità numero uno di quest’anno è quello di fare un passo avanti, ma questo non significa che non sono in grado di prestare attenzione alla loro campagna in EuroChallenge. Dopo tutto, il loro allenatore Sam Jones era nel coaching staff dellOlanda durante le qualificazioni per EuroBasket 2015, e oggi ha in mano per la prima volta la guida di una squadra olandese, è ciò scaturisce un’enorme sorpresa.
Pezzi Grossi: La guardia americana Christopher Denson è una nuova aggiunta al Den Bosch e arriva nel basket europeo direttamente dalla NCAA, ma ha già dimostrato che non ha bisogno di un sacco di tempo per familiarizzare con i canestri di questa parte dell’Atlantico e a realizzare tanti punti. E’ ben accompagnato, nella zona di difesa, dal nazionale olandese Arvin Slagter che, come sempre, colpisce spesso da 3, e serve sul piatto un buon numero di assist, oltre a rubare molto palloni.
Piacere di rivederti: Kees Akerboom compirà 31 anni a dicembre, ma è un ragazzo relativamente vecchio in una squadra come il Den Bosch. Non è un fenomeno che conquista il pubblica, ma è uno dei giocatori più costanti nel basket olandese, finendo sempre in doppia cifra le sue gare.
Chi è questo ragazzo?: Gli olandesi hanno quattro giocatori promettenti sotto i 20 anni nel loro roster, Mike Schilder però si distingue perché è la prima scelta nelle rotazioni. Il giovane playmaker, ha portato l’Olanda al quinto posto questa estate, nel Campionato Europeo Under 20 Divisione B, chiudendo con la media di 14 punti, 5.5 rimbalzi e 1.5 palle rubate a partita.

Qui potete trovare l’articolo originale: Sito EuroChallenge

Questi invece sono i nostri articoli riguardante l’EuroChallenge e le squadre nel Gruppo A (Gruppo dell’Enel Basket Brindisi)

– Ecco le avversarie dell’Enel Basket Brindisi

Brindisi nella Confernce 1

The following two tabs change content below.
Andrea Romano

Andrea Romano

Brindisino, classe 1990. Dal 1° Dicembre 2013 cerco di raccontare al meglio tutto ciò che riguarda la New Basket Brindisi. Dall'Aprile 2014 inoltre collaboro con BasketUniverso.it.