EuroChallenge | Ratiopharm Ulm-Enel Basket Brindisi: 76-77

Ratiopharm Ulm-Enel Basket Brindisi #2

Questo articolo ha avuto 474 visualizzazioni.

Super Denmon. Brindisi espugna la Ratiopharm Arena con il buzzer beater della sua guardia.

 

Ratiopharm Ulm-Enel Basket Brindisi: 76-77
3° Giornata EuroChallenge, Gruppo A
Ratiopharm Arena, Ulm 19/11/14 


Partita incredibile alla Ratiopharm Arena. L’Enel Basket Brindisi vince solo nel finale grazie un buzzer beater di Marcus Denmon che chiude con 31 punti a referto. Buona la prova anche di Simmons che chiude in doppia-doppia. La squadra di coach Piero Bucchi, nel 1° tempo sembrava avesse messo a sicuro il risultato, ma nel finale del 2° quarto ed ad inizio 3° quarto, Leunen  pareggia e permette agli “0range” di portarsi in vantaggio. Dopo un finale da cardiopalma, è l’Enel Basket Brindisi a festeggiare al suonare della sirena. 

Alla Ratiopharm Arena si gioca la 3° gara del gruppo A tra i padroni di casa del Ratiopharm Ulm e l’Enel Basket Brindisi. Gli “orange” arrivano al match, più atteso del girone, a punteggio pieno (2 vittorie e 4 punti) mentre i bianco-blu con 1 sconfitta, rimediata in Olanda, e 1 vittoria (3 punti), ottenuta lo scorso mercoledì al PalaPentassuglia. Nel frattempo, ieri si è giocata la gara tra SPM Shoeters e Södertälje Kings, che ha visto trionfare la squadra Olandese per 88-72, che così si porta momentaneamente in testa alla classifica del gruppo A con 5 punti (2 vittorie e 1 sconfitta). Gli uomini di coach Piero Bucchi posso affidarsi su Cedric Simmons, finalmente convocabile per la gara di coppa, ma non ancora a Jacob Pullen, rimasto a Brindisi ad allenarsi con Marco Esposito.

1° QuartoE’ l’ex Cantù Leunen ad aprire le danze piazzando la tripla. L’Enel Basket Brindisi però, rispetto alle prime partite, prende subito in mano la partita e con Turner, Simmons e la tripla di Denmon ribalta subito il risultato, portandosi sul 3-7 al 2° minuto di gioco. Al 4° minuto è protagonista ancora l’ex pivot dell’Olympiacos che in layup realizza subendo anche fallo. Dalla lunetta non sbaglia (3-10). Brindisi è padrona del campo e Delroy James punisce con 4 punti consecutivi (2 dalla lunetta e un canestro da sotto) porta il risultato sul 3-14. Coach Thorsten Leibenath è costretto chiamare timeout. Turner Jr. ne mette altri 2 (3-16). La siccità a canestro della squadra tedesca finisce quando Denmon commette fallo e manda in lunetta Philmore (5-16). Il 1° quarto termina sul risultato di 9-25, +16. 
2° Quarto – Denmon piazza subito la tripla (9-28). Anche Dejan Ivanov vuole iscriversi a referto e piazza la bomba: 9-31. La squadra di casa inizia a ritrovare la retina e grazie al duo Klobucar-Harris al 14° porta il punteggio sul 18-31. Quando Savocic piazza due triple consecutive, coach Piero Bucchi è costretto a chiamare timeout. 24-33 al 15°. Harper piazza un’altra bomba per Brindisi (5/12 da fuori l’arco al 16°) e riporta il vantaggio sul +13. Bulleri servito da Denmon realizza il +15 (25-40 al 17°). Hess con 5 punti consecutivi avvicina gli “orange” sul -8. Leunen apre e chiude il 1° tempo con una tripla. Permette così al Ratiopharm di andare all’intervallo lungo sul risultato di 38-40.

3° Quarto –  Rientrati dalla pausa lunga è ancora l’ex Cantù a punire Brindisi. Al 22° effettua il sorpasso con l’ennesima bomba (41-40). 20 secondi dopo, Günther firma il massimo vantaggio degli “orange” (44-40, +4). Al 24° si iscrive a referto anche Sek Henry, portando Brindisi sul -1 (45-44). Harper subisce fallo mentre si appresta a sparare la bomba e va in lunetta per 3 tiri liberi. 3/3 che permette a Brindisi di pareggiare i conti al 26°: 49-49. Gli “orange” cercano di prendere il largo, +5, ma prima Denmon (che piazza la sua 4° tripla) e poi Harper, che lavora bene nel rimbalzo offensivo, ripareggiano i conti: 54-54. Al 30° il tabellone recita 57-56.
4° Quarto – Al 34° Ohlbrecht trova i primi 2 punti  della sua gara con una schiacciata che permette agli uomini di coach Leibenath di riportarsi sul +5 (63-58). Brindisi non ci sta, Denmon non ci sta. Lo “spursino” piazza prima la tripla e poco dopo recupera palla su Klobucar e va a schiacciare il pareggio: 63-63 al 35°. I minuti finali sono da vivere tutto ad un fiato. La guardia di Brindisi riporta Brindisi in vantaggio dalla lunetta (68-66). Ohlbrecht pareggia (68-68). Simmons arpiona un rimbalzo offensivo e mette la palla dentro (68-70, e il pivot così va in doppia-doppia). E’ ancora Denmon-show alla Ratiopharm Arena. A 39 secondi dal termine della gara realizza il 69-74. Leunen rientrati dal timeout non ci sta e realizza il 71-74. Poco dopo Hess piazza la tripla del pareggio 74-74. Brindisi ha la palla della vittoria ma perde palla ma Hess in contropiede sbaglia l’appoggio. Simmons ci mette una pezza stoppando Schwethelm che era andato a prendere il rimbalzo offensivo. Cournooh commette fallo e manda in lunetta Günther a 13 secondi dal termine. 2/2 e vantaggio “Orange”. Ultimo possesso per Brindisi, Turner serve Denmon che mette la bomba del 76-77.

Incredibile vittoria dell’Enel Basket Brindisi, che dopo un 1° tempo in cui è riuscita a portarsi anche sul + 16 permette al Ratiopharm di recuperare e portarsi in vantaggio nel 2° tempo, opera delle bombe di Leunen. Rispetto a Den Bosch, la preghiera dell’ultimo secondo questa volta viene esaudita e Marcus Denmon realizza il buzzer beater della vittoria. La guardia americana è l’artefice della rimonta del 2° tempo e della vittoria finale con 31 punti. Dopo la prima storica vittoria in Europa la scorsa settimana, oggi arriva la prima storica vittoria Europea ottenuta in trasferta. L’Enel Basket Brindisi grazie a questo risultato si porta a 5 punti e in testa alla classifica insieme il SPM Shoeters. 

MVP Marcus Denmon: Impressionante prova dello “Spursino”. Dopo i 30 di Cremona oggi ne mette 31. E’ il protagonista della rimonta nel 3° e 4° quarto e il buzzer beater al termine della partita fa impazzire i tifosi brindisini. Mette a referto anche 3 rimbalzi e 2 assist.

Parziali: 9-25; 38-40 (29-15); 57-56 (19-16); 76-77 (19-21).

Enel Basket Brindisi: Harper 10, James 10, Bulleri 2, Cournooh, De Gennaro, Denmon 31, Simmons 11, Morciano, Zerini, Henry 2, Turner 6, Ivanov 5. All. Bucchi
Starting Five: Henry, Denmon, Turner Jr., James, Simmons.
T2 21-46 (45.7%), T3 9-22(40.9%), TL 8-9 (88.9%)
Rimbalzi: 39 (12 Simmons)
Assist: 11 (3 Harper)

Ratiopharm Ulm: Ohlbrecht 4, Günther 10, Ferner, Hall, Leunen 12, Harris 4, Savovic 9, Hess 12, Clyburn 7, Klobucar 11, Philmore 2, Schwethelm 5. All. Leibenath
Starting Five:
Günther, Leunen, Schwethelm, Clyburn, Hell.
T2 23-67 (34.3%), T3 12-30 (40%), TL 18-24(75%)
Rimbalzi: 44 (6 Ohlbrecht)
Assist: 15 (5 Günther)

Foto: EuroChallenge\FIBA Europe - web

The following two tabs change content below.
Andrea Romano

Andrea Romano

Brindisino, classe 1990. Dal 1° Dicembre 2013 cerco di raccontare al meglio tutto ciò che riguarda la New Basket Brindisi. Dall'Aprile 2014 inoltre collaboro con BasketUniverso.it.