Il sogno dell’Enel finisce in semifinale | Final Eight 2014

115

Questo articolo ha avuto 161 visualizzazioni.

Enel Basket Brindisi-Motepaschi Siena: 80-89
Mediolanum Forum- 08214 – Ore 18:00
Semifinale – Final Eight 2014

Il Cammino dell’Enel si ferma in semifinale.
L’Enel non riesce nell’impresa di battere la Montepaschi Siena e di approdare per la prima volta nella storia alla Finale di Final Eight.
Gli uomini di Coach Piero Bucchi, sotto per tutta la partita erano riusciti per ben 2 volte a ritornare vicino Siena dopo il grande svantaggio creato da Siena, una volta pareggiando il tabellino e la seconda portandosi a -1 nell’ultimo quarto.
Il 1° quarto inizia male per Brindisi, Siena è già pronta a scappare via, dopo 3 minuti di gara è già sul 0-7. Dopo i primi minuti in cui i bianco-blu sbagliano tutti i tiri, Mike Snaer suona la carica con una tripla. Ci pensano poi Dyson, Lewis e un altro canestro di Snaer a portare Brindisi al primo mini pareggio sul 9-9. Nelson segna su libero il 9-10, dall’altra parte e Chiotti a fare 12 dai liberi e riportare di nuovo il punteggio in parità. Il resto del quarto vede Brindisi giocare male e sbagliare i tiri mentre Siena per la seconda volta prova a fuggire portandosi sul +10 a fine 1° quarto, grazie le triple fondamentali di Haynes e Carter.
Il 2° quarto inizia con il +11 di Siena. Snaer non ci sta, ruba palla nella propria metà campo e va segnare un canestro fondamentale, come è fondamentale subito dopo la tripla di Todic. Brindisi prova a recuperare lo svantaggio con il pressing difensivo ma purtroppo nei rimbalzi è pessima, sono quasi tutti di Siena. Dyson nel 2° quarto comincia a giocare come sa ma il quarto finisce ancora una volta con un largo vantaggio di Siena, che non sbaglia una tripla ogni volta che Brindisi si riporta sotto. (+9, 35-44)
Usciti dall’intervallo lungo l’Enel Brindisi è ancora negli spogliatoi e ancora una volta le triple di Siena (Green e Carter) portano gli uomini in maglia verde sul 35-52, ovvero +17, massimo vantaggio della gara.
Bucchi chiama immediatamente il timeout, il tempo di guardare in faccia e motivare i propri giocatori. Rientrati in campo ancora una tripla di Todic suona l’ennesima carica. Dyson, Snaer e Campbell lo seguono a ruota, e i tiri liberi di James (i primi suoi 2 punti dopo 28 minuti di gioco) e Lewis però ancora non bastano all’Enel ad avvicinarsi alla Montepaschi che termina nuovamente il quarto con un ampio vantaggio (+9, 55-64).
L’ultimo quarto è combattuto da parte di Brindisi o almeno fino al 36° minuto. Siena dopo 2 minuti di gioco manda subito in Bonus l’Enel che non perde tempo a sfruttare l’occasione. Dyson in più occasioni prova le penetrazioni prendendosi canestro più un libero aggiuntivo. Snaer e Todic provano anche loro ad essere utili alla causa e proprio al 36° minuto il tabellino dice 72-73, appena dopo il timeout chiamato da Crespi.
Green riporta Siena sul +5, Dyson non ci sta e da sotto riporta Brindisi sul -3, Green risponde immediatamente dall’altra parte, Todic sbaglia la tripla del 77-81 e Siena punisce immediatamente con un’altra bomba di Haynes. E’ il canestro che taglia le gambe all’Enel, che tuttavia prova a recuperare lo svantaggio ma Siena riesce ad amministrare bene il finale di gara e a vincere la gara con il risultato di 80-89, approdando per la sesta volta consecutiva alla Finale.
Brindisi paga la poca lucidità nei rimbalzi difensivi oltre che offensivi e soprattutto la poca concentrazione nei primi minuti del 1°,2° e 3° quarto. Bisogna comunque ringraziare questi ragazzi che hanno dimostrato il loro valore portando Brindisi a scrivere un altro pezzo di storia.

The following two tabs change content below.
Andrea Romano

Andrea Romano

Brindisino, classe 1990. Dal 1° Dicembre 2013 cerco di raccontare al meglio tutto ciò che riguarda la New Basket Brindisi. Dall'Aprile 2014 inoltre collaboro con BasketUniverso.it.