Impressioni di Settembre

9

Questo articolo ha avuto 445 visualizzazioni.

Intervistati da “La Gazzetta Del Mezzogiorno”, il Presidente Nando Marino e coach Piero Bucchi parlano della nuova Enel Basket Brindisi, tra roster e obiettivi. Marino “Mi aspetto che Brindisi si confermi tra le prime 8″, Bucchi “Stiamo lavorando bene”.

9In una lunga intervista rilasciata a “La Gazzetta Del Mezzogiorno”, il Presidente Marino risponde a varie domande sul ruolo di Presidente della Lega Basket e dell’Enel Basket Brindisi. Ecco le sue parole riguardo gli obiettivi della nuova squadra: “Quest’anno abbiamo allestito un ottimo roster che avrà dieci atleti intercambiabili, anche in virtù del doppio impegno campionato-coppa. Mi aspetto che Brindisi si confermi tra le prime 8 squadre del campionato, guadagnando l’accesso alle Final Eight di Coppa Italia e ai Playoff, e di andare più avanti possibile nella competizione Europea. Lo scudetto è un miraggio, ma mai dire mai, soprattutto se un giorno dovesse arrivare uno sceicco. L’EuroChallenge sarà un’esperienza utile e ci auguriamo di regalare ai nostri tifosi dei bei turni infrasettimanali in giro per l’Europa. Il sogno come presidente dell’Enel Basket Brindisi è quello di poter vedere ogni Domenica tifosi festanti all’interno della nostra struttura, ma soprattutto sentire gli applausi del competente pubblico brindisino anche dopo una sconfitta come quella dello scorso Maggio contro Sassari, nell’ultima gara dei playoff. Mi auguro che sul caso Palazzetto non restino sempre e solo parole. La palla l’abbiamo passata all’amministrazione comunale. Dato che ormai sull’argomento sono state dette troppe cose, ho promesso che non ci tornerò più se non il giorno in cui saremo chiamati dalla stessa amministrazione a presentare un progetto che possa regalare a Brindisi la nuova casa del basket da intitolare al mai dimenticato ed amico personale Elio Pentassuglia”.

9Coach Piero Bucchi, invece, parla più nello specifico della squadra in suo possesso: “Questi giorni li riteniamo molto importanti. Continuiamo a svolgere dei buoni allenamenti. Definiamoli pure “giorni della conoscenza”. La squadra è notevolmente cambiata, ci sono 7 giocatori nuovi  che hanno bisogno anche loro di guardarsi negli occhi per capirsi. Abbiamo molto da lavorare e in questo momento non è possibile esprimere opinioni e poi è sempre il campo a dire la verità, che è in grado di far capire il valore della squadra. Posso solo ammettere che stiamo lavorando bene e che sono state impartite delle regole che vanno rispettate. Ad occhio e croce posso dire che mi sembrano tutti dei bravi ragazzi. Su Bulleri invece posso dire che se dipendesse dalla sua voglia sarebbe già nel gruppo ma sa che per qualche altro giorno dovrà mordere il freno, conto comunque di averlo a disposizione per le partite di SuperCoppa”.

The following two tabs change content below.
Andrea Romano

Andrea Romano

Brindisino, classe 1990. Dal 1° Dicembre 2013 cerco di raccontare al meglio tutto ciò che riguarda la New Basket Brindisi. Dall'Aprile 2014 inoltre collaboro con BasketUniverso.it.