Marino: “Dispiacere enorme perdere Simmons”. Bucchi “La sua perdita ci ha sconvolto la partita”

Marino conferenza stampa Brindisi-Varese

Questo articolo ha avuto 416 visualizzazioni.

Queste le dichiarazioni del presidente Marino, coach Piero Bucchi e Ugo Ducarello nel post partita di Enel Basket Brindisi-Openjobmetis Varese (clicca qui, per leggere il recap):

Marino conferenza stampa Brindisi-Varese

ENEL BASKET BRINDISI

Presidente Nando Marino: 
“Vengo dagli spogliatoi, dove ho incontrato Cedric. Abbiamo pianto insieme perchè è veramente un dispiacere enorme, soprattutto per lui. Ha una lesione del tendine del quadricipite del ginocchio sinistro. La sua stagione è finita, ma non deve mollare, deve tornare più forte di prima e noi lo aspetteremo.E’ il giorno più brutto da quando sono presidente, umanamente in particolare, è una mazzata tremenda sia per Cedric che per la sua carriera, che per il nostro sogno sportivo e impegno imprenditoriale ad aver voluto questo centro, il più forte in campionato. Non lo meritava il ragazzo, non lo meritavamo noi visto anche lo sforzo economico. Adesso statene certi non molleremo di un cm, nessuno di noi ha voglia di ridimensionare, lavoreremo con Alessandro e Piero per cercare una soluzione, perchè a Brindisi i gufi non devono vincere, deve vincere la passione per la pallacanestro e il sogno di questa città meravigliosa e il suo tifo”.

Coach Piero Bucchi:
“Esprimo grosso dispiacere per Cedric visto il serio infortunio, ha sconvolto un pò la partita, i piani e anche i ragazzi, non vuole essere una scusa, siamo tutti scossi. Ovviamente un ragazzo d’oro, siamo molto dispiaciuti visto l’aggiunta che era stata per il roster. E’ stata sofferta dopo il rimbalzo e con James che non è ancora al meglio, come si è visto. E’ venuta fuori una partita strana, abbiamo giocato non con continuità contro una squadra comunque brava, con 88 punti di media e tiratori eccellenti. Complicata emozionalmente. Partita difficile, brava Varese a vincere, direi che alla fine ha trovato un pò di canestri su alcuni pick n roll e ha avuto la possibilità di vincere, ci dispiace anche per i tifosi. D’altronde questa è la pallacanestro e vanno accettate certe cose, è un episodio, si è fatta sentire l’assenza di Simmons visto che Mays non è ancora in condizione. Senza Simmons sarà difficile, avremo bisogno di un lungo e sicuramente finiremo in mercato, sul lettino ha chiesto scusa lui, per dirvi la persona che è. “Domanda su fallo” Solo una cosa al dottor Facchini, se fischiano fallo su Pullen dopo dieci secondi, dopo devi fischiare agli stessi contatti. Come allenatori chiediamo uniformità di giudizi, c’è stata la stessa cosa alla fine su Denmon però, e l’ho detto anche durante la partita sennò non si capisce come bisogna difendere.
La cosa che mi dispiace è che non si riesce ad avere un ritmo, continuità, è difficile per me che per loro. Arriverà un nuovo giocatore, bisognerà farlo abituare a noi, al nostro metodo. Adesso andremo in Svezia con una squadra che è diversa da quella di una settimana fa. Voleremo per 5 giorni e quindi non avremo continuità nel giocare. Vedevo qualcosa di bello già contro la Germania, mentre adesso inseriremo un nuovo elemento. Bisogna avere la continuità di gioco.

OPENJOBMETIS VARESE

Coach Ugo Ducarello:
“Aspettavamo da tempo questa vittoria che spero sia la medicina giusta affinchè ce ne siano altre in campionato. Credo che la squadra abbia prodotto, gioco sia dal punto di vista offensivo che difensivo, commettendo talvolta delle banalità, come 23 palle perse, però credo che l’atteggiamento della squadra sia stato molto positivo, la squadra ha dimostrato di avere attributi per vincere questa partita. Il merito va a tutti quanti, a Gianmarco che cercava di dare positività ai ragazzi, ai ragazzi stessi che si sono impegnati negli allenamenti, al club che ci è stato vicino in questo momento di difficoltà”. Schiamazzi di Pozzecco. Marino chiede di dare un esempio di superiorità e di lasciar stare con le dichiarazioni dopo le proteste dei giornalisti presenti in sala stampa. Ducarello chiede scusa e lascia la sala.

The following two tabs change content below.
Andrea Romano

Andrea Romano

Brindisino, classe 1990. Dal 1° Dicembre 2013 cerco di raccontare al meglio tutto ciò che riguarda la New Basket Brindisi. Dall'Aprile 2014 inoltre collaboro con BasketUniverso.it.