Nando Marino a Basket Mania: “Il bello del campionato è che non ci sono risultati scontati. Gli obiettivi di Brindisi? Raggiungere le Final Eight e i playoff. Vincere l’EuroChallenge sarebbe un sogno”

Marino Basket Mania ClassTv

Questo articolo ha avuto 553 visualizzazioni.

Nando Marino, Presidente dell’Enel Basket Brindisi e della Lega Basket, martedì sera è stato ospite nel programma “Basket Mania”. Nella trasmissione andata in onda su ClassTV, Marino ha affrontato vari argomenti, tra cui: Serie A, Enel Brindisi e Basket in generale. Ecco alcuni temi proposti e riposte del presidente:

Serie A, Stagione in corso:
“Il bello di questo campionato è che non ci sono risultati scontati e non ci sono pronostici certi ed è questo che noi volevamo perchè appassiona ancora di più i nostri tifosi. In ogni caso anche noi diamo spettacolo, ma rispetto al NBA noi però ci prendiamo troppo sul serio. Comunque sia noi facciamo uscire dal palazzetto sempre soddisfatti i tifosi a prescindere dalla squadra che tifa. Inoltre abbiamo aumentato lo share durante la diretta delle partite e gazzetta.it che trasmette gli anticipi sta ottenendo grandissimi risultati”.

Sorpresa e delusione del campionato:
“Sicuramente al momento le sorprese del campionato sono Cremona e Trento, che stanno dimostrato che anche con un budget ridotto e con una squadra costruita per la salvezza possono togliersi grosse soddisfazioni e possono fare un buon campionato. Caserta sta deludendo ma non merita i 0 punti in classifica, sono sicuro che anche loro sapranno dimostrare il loro valore nelle prossime gare”. 

Giocatori che gli sono piaciuti:
Ce ne sono tanti, a me è piaciuto molto Ray Allan di Bologna perchè sposta gli equilibri della gara”.

Questione Italiani nel campionato:
“Io ho una visione differente. Quando uno è italiano forte: gioca. Non sono le regole a dover tutelare i giocatori italiani. E’ vero però che bisogna valorizzare i giovani e incentivare le squadre a farlo e ci stiamo muovendo sotto questo punto di vista. Faccio l’esempio di Della Valle che per noi deve essere un orgoglio. Amedeo si sta ritagliando minutaggio importante e un posto in un squadra ambiziosa come Reggio Emilia”.

Enel Brindisi ClassTv

Obiettivi dell’Enel Basket Brindisi in campionato:
“E’ dura ripetere quanto fatto la scorsa stagione. L’anno scorso abbiamo fatto un grande campionato e abbiamo conquistato il titolo di Campioni D’inverno, quest anno sarà difficile. Gli obiettivi di quest’anno sono quelli di qualificarci alle final eight di coppa Italia, arrivare ai playoff e riuscire a passare un turno ai playoff scudetto”.

L’Enel Basket Brindisi e l’EuroChallenge:
“Stiamo puntando molto sull’EuroChallenge perchè è una bella competizione, passare il 1° turno è un nostro obiettivo. Vincerla sarebbe un sogno, ma nelle coppe non si possono fare programmi perchè ci sono delle variabili importanti, sappiamo che dobbiamo lavorare tanto e sappiamo che nel campionato potremmo perdere qualche partita, ma Piero Bucchi è un allenatore pronto e saprà mantenere il gruppo sul pezzo. A Brindisi c’è il problema Palazzetto perchè in campionato è sempre pieno perchè ci sono gli abbonati. Per le partite di coppa non abbiamo dato prelazione agli abbonati, dando la possibilità a venire a vedere le partite anche ad altre persone. Così nella splendida vetrina che offre la competizione Europea vengono a Brindisi a vedere le partite persone da tutta la provincia pugliese e sono orgoglioso di questo perchè stiamo riscontrando un buon successo”.

 

All Star Game:
“Abbiamo scelto la data del 17 gennaio perchè viene subito dopo il termine del girone d’andata, è l’All Star Game è un valore aggiunto per il campionato. RCS ha scelto Verona come sede, e credo ci divertiremo tutti. Mi fa piacere che Drake Diener, nonostante debba ancora veramente iniziare il suo campionato, è nella lista dei più votati, perchè un giocatore di uno straordinario talento”.

Crisi del Basket:
“La pallacanestro vive di sponsorizzazioni, la crisi economica che c’è nel basket e la stessa che c’è nel calcio. Noi cerchiamo con grandissimi sforzi e sacrifici di portare i migliori giocatori nel nostro campionato. Non si riesce a portare più i grandi campioni nel nostro campionato perchè c’è questa crisi che ci attanaglia e che ci massacra. Nel passato venivano grandi giocatori, ma erano giocatori forti a fine carriera, che comunque riuscivano a fare la differenza, inoltre ricordiamo che prima c’erano 2 americani e 8 italiani. Ora invece arrivano giocatori di prospettiva e che si mettono in mostra nel nostro campionato e poi vanno a giocare in campionati importanti, in EuroLega o in NBA”.

Marino Basket Mania ClassTv

Serie A in diretta:
“Stiamo lavorando per far vedere tutte le partite in contemporanea. Stiamo facendo delle sperimentazioni, che possiamo vedere solo noi perchè vogliamo che sia tutto perfetto e quindi magari aspettare una domenica in più per non avere problemi”.

Pacchetto Silver:
“Quando la RAI ci ha fatto la proposta per l’acquisizione del pacchetto Silver, non potevamo rinunciare,  anche se le 20 come orario del posticipo del lunedì può sembrare un’orario scomodo. Però non potevamo rinunciare anche perchè il basket anticipa il programma storico della RAI che è “Il processo del Lunedì””.

Nel finale della trasmissione il presidente Nando Marino ha partecipato ad un piccolo gioco in cui doveva scegliere 1 delle 2 opzioni a lui proposte:

- 30% di share nella finale scudetto o 3% share sempre?: “Mi piacerebbe fosse 5% sempre ma sono realista e dico 3%”.
- Bulleri o Zerini?: “scelgo Zerini, perchè Bulleri ne ha già passate tante nel campionato italiano”
- Delroy James o Elston Turner?: “James, perchè ci ha fatto vincere sabato a Cantù”
- Jonathan Gibson o Jerome Dyson?: “Jerome Dyson perchè è un giocatore di grandissimo talento”
- Titolo cannoniere . S. Young o Y. Diawara?: “Credo che alla fine lo vinca Diawara”
- Rimbalzi – Anosike o Hunt?: “Dico Anosike perchè è da 2 anni che fa bene”
- Sorpesa del campionato - Cremona o Trento?: “Trento perchè è una neopromossa”
- NBA o EuroLega?: “Eurolega”
- LeBron James o Kevin Durant?: “LeBron James”
- Si vive meglio a Roma o a Milano?: “A Brindisi”

 

 

The following two tabs change content below.
Andrea Romano

Andrea Romano

Brindisino, classe 1990. Dal 1° Dicembre 2013 cerco di raccontare al meglio tutto ciò che riguarda la New Basket Brindisi. Dall'Aprile 2014 inoltre collaboro con BasketUniverso.it.