Pagelle | Enel Basket Brindisi-Consultinvest Pesaro

1

Questo articolo ha avuto 407 visualizzazioni.

Le pagelle ai giocatori dell’Enel Basket Brindisi, a cura de “La Stella Del Sud – Basket Brindisi”

1

Sek Henry 7,5: Prima dell’inizio del campionato molti rimpiangevano ancora Dyson. “The Viper” però è un playmaker diverso è ha voluto subito mettere in chiaro le cose alla prima giornata. 13 punti (5/5 da 2 e 1/2 da 3), 4 assist (di cui uno in no-look), 3 rimbalzi, 20 di valutazione finale in 22 minuti sul parquet. Avrà fatto ricredere in molti.

James Mays 7: Quest anno il pubblico brindisino potrà stare tranquillo. Archiviati senza troppi rimpianti Aminu, ma soprattutto Chiotti “Mr.Eveywhere” è un pivot con la P maiuscola. Chiude la prima in Serie A con una doppia doppia (12 punti e 11 rimbalzi). Subisce 9 falli la maggior parte nel 2° quarto quando domina l’area pitturata ospite. Peccato però che dai liberi non sia così preciso (4/10). Quest anno ci saranno tante schiacciate spettacolari.

Elston Turner Jr. 7: Arrivato solo martedì, poco meno di 4 giorni di lavoro con la squadra, ma E.T. sembra già essersi integrato alla grande. Tanto voglioso di esordire che è il primo ad arrivare al PalaPentassuglia, tanto da trovare il cancello del parcheggio chiuso. Esordisce contro la sua ex squadra e non ha pietà di punirla. 13 punti, 5 rimbalzi e 2 assist alla prima in bianco\blu. Cose di un altro pianeta.

Massimo Bulleri 7: Dopo 252 giorni torna a giocare una partita ufficiale. Sembra che non si sia mai infortunato. Il pubblico lo acclama. Pochi minuti dal suo rientro e “Bullo” piazza la tripla che spazza via definitivamente l’infortunio di Cremona. 10 punti in 8 minuti, non male come rientro.

Delroy James 6,5: “The Lion King” è una certezza per coach Piero Bucchi. Ci mette sempre tanta grinta e voglia di fare bene. Solo 8 punti a referto conditi anche da 4 rimbalzi arpionati.

Andrea Zerini 6,5: L’Enel Basket Brindisi fa ancora bene a puntare su “Zero”. Si prende senza paura 2 bombe consecutive facendo vedere ulteriori progressi dal tiro da fuori. 11 minuti sul parquet e 8 punti totali. Buona l’intesa con Cournooh. Peccato non appaiono i rimbalzi nel suo score personale.

David Cournooh 6,5: Limitato nel minutaggio per il rientro di Bulleri, ma anche da Harper, che a questo punto può ricoprire più ruoli, l’ex Mens Sana mette in mostra la sua freschezza atletica nei 16 minuti con le scarpette allacciate. 5 punti e 2 assist ma tanto buon lavoro oscuro.

Marcus Denmon 6,5: Con l’arrivo di Turner può sicuramente giocare più tranquillo ma appare comunque appannato e impreciso alla prima in Serie A. Dopo aver chiuso la pre-season e la SuperCoppa sempre in doppia cifra, contro Pesaro si ferma a 8 punti (anche 3 rimbalzi). Risulta però il giocatore con il più alto Plus Minus ben +40 e qualcosa vorrà pure dire.

Demonte Harper 6: Ora che parte dalla panca sembra essergli svanito un po’ di entusiasmo sul suo volto. Bucchi lo impiega da jolly, così come era presumibile. 5 minuti e 2 assist in 20 minuti ma si intravede del potenziale.

Dejan Ivanov 6: Con un Mays straripante è difficile giudicare il Bulgaro. 4 punti, tutti dalla lunetta (con cui chiude con il 100%  di percentuale) il che è comunque un risultato positivo. Tanta difesa e lotta nell’area. Serve ai compagni ben 3 assist (2° in classifica di squadra)

Francesco Morciano – Matteo De Gennaro 6: D’incoraggiamento. Coach Piero Bucchi li fa entrare a partita abbondantemente chiusa ma comunque i 2 ragazzi si prendono le loro triple senza paura.

The following two tabs change content below.
Andrea Romano

Andrea Romano

Brindisino, classe 1990. Dal 1° Dicembre 2013 cerco di raccontare al meglio tutto ciò che riguarda la New Basket Brindisi. Dall'Aprile 2014 inoltre collaboro con BasketUniverso.it.