Pagelle: Pasta Reggia Caserta-Enel Basket Brindisi

4

Questo articolo ha avuto 496 visualizzazioni.

Le pagelle ai giocatori dell’Enel Basket Brindisi, a cura de “La Stella Del Sud – Basket Brindisi”

James Mays 7,5: Chiude per la seconda volta in doppia-doppia grazie ai 18 punti e i 12 rimbalzi. Per non sfigurare ci aggiunge 3 stoppate e 3 assist. Ci mette davvero poco a far capire a Caserta chi sarà l’uomo incontrastato sotto le plance. Costretto ad uscire per un piccolo infortunio chiude in anticipo la sua partita (22 minuti con le scarpe allacciate). Risulta comunque il migliore in campo con 31 di valutazione finale.

Delroy James 7+: Nei primi 2 quarti sembra un normalissimo giocatore sul parquet. 4 punti e qualche errore sotto canestro. Dal 3° quarto però quando c’è una partita da conquistare “The Lion King” inizia a ruggire e risulta uno dei più decisivi con 12 punti (oltre i 4 del 1° quarto, 16 totali). Chiude con 30 minuti sul parquet, l’uomo con più minuti sul parquet per Brindisi, 7 rimbalzi, 1 stoppata, 2 palle recuperate, 3 assist, 20 di valutazione e il più altro plus minus (10).

Elston Turner Jr. 7: Quando la palla scotta e Caserta si avvicina pericolosamente, E.T. piazza i punti dell’allungo. Anche oggi dimostra di essere un buon difensore (2 palle rubate). Chiude con 15 punti, sparando con il 100% da 2 e il 50% da 3, 1 rimbalzo, 2 assist e 18 di valutazione.

Demonte Harper 7-: Preso per essere il jolly, al PalaMaggiò ha dimostrato di essere fondamentale. 14 minuti sul campo in cui ci mette tanta intensità e intelligenza tattica. 8 punti, 5 rimbalzi e 1 assist dimostrano la sua utilità, inoltre pare ancora in crescita.

Sek Henry 6,5: Altra buona gara del playmaker Californiano. Nel secondo quarto Bucchi lo richiama con tanto di ramanzina per qualche errore. “The Viper” riflette e torna ancora più determinato sul campo. Anche lui è costretto ad uscire nel finale per un piccolo infortunio. 7 punti, 3 rimbalzi,2 palle scippate e 1 assist. La sua “rubata” e conseguente schiacciata spengono le luci del match!

David Cournooh 6,5: Bucchi lo manda in campo quando in difesa servono intensità, muscoli e freschezza e David risponde “presente”. Solo 2 punti in 16 minuti ma il suo impatto alla partita è positivo. Fa sentire sempre il fiato sul collo agli avversari.

Andrea Zerini 6,5: Serve a far rifiatare sia James che Mays, dato che Ivanov sembra ancora indietro rispetto il resto della squadra. Tirare da fuori l’arco non gli fa più paura (1/2 da 3) e una sua bomba ad inizio secondo quarto serve a tenere a debita distanza la JuveCaserta. Decisivo nel finale in difesa quando prende il posto di Mays.

Marcus Denmon 6: 29 minuti sul parquet per la maggior parte del tempo rimane “anonimo”. 8 punti, tutti messi a segno da dentro l’area, e un 0/6 da 3 che fa un po’ preoccupare, soprattutto dopo aver visto il suo valore in pre-season. Aggiunge al suo score 5 rimbalzi, 1 stoppata e 1 assist.

Massimo Bulleri 6: Solo 10 minuti sul campo, i 3o restanti li passa da allenatore in seconda. Bucchi lo butta dentro la mischia quando Henry pare un po’ annebbiato. 0 punti ma 1 stoppata data che ha fatto godere molti tifosi.

Dejan Ivanov 5: Il meno utilizzato da Bucchi al PalaMaggiò. Dejan pare ancora un po’ indietro nella preparazione e pare non reggere i ritmi altissimi offerti dal match. Cerca di fare comunque il suo “sporco” lavoro (1 punto, 1 rimbalzo e 1 stoppata).

Foto: Tasco

 

The following two tabs change content below.
Andrea Romano

Andrea Romano

Brindisino, classe 1990. Dal 1° Dicembre 2013 cerco di raccontare al meglio tutto ciò che riguarda la New Basket Brindisi. Dall'Aprile 2014 inoltre collaboro con BasketUniverso.it.