Pre-Season | Lokomotiv Kuban-Enel Basket Brindisi: 73-59

7

Questo articolo ha avuto 416 visualizzazioni.

2° sconfitta e 4° posto per l’Enel Basket Brindisi al Torneo “Città di Sassari – Mimì Anselmi”

 

Lokomotiv Kuban-Enel Basket Brindisi: 73-59
Torneo “Città di Sassari – Mimì Anselmi”
PalaSerradimigni – Sassari 14/09/14

 

Arriva la seconda sconfitta consecutiva per l’Enel Basket Brindisi al Torneo “Città di Sassari – Mimì Anselmi”, questa volta a mettere k.o. gli uomini di coach Piero Bucchi, sono stati i russi del Lokomotiv Kuban, che vincono la finalina del 3° e 4° posto. Venerdì al via il IV Memorial “Elio Pentassuglia” (BMW Cup) per il riscatto.

3Al Torneo “Città di Sassari – Mimì Anselmi”, l’Enel Basket Brindisi, vincitrice della scorsa edizione, cede anche contro i russi del Lokomotiv Kuban, nella finale valida per il 3° e 4° posto. Nessun dramma, coach Piero Bucchi aveva avvertito che la squadra era fase di rodaggio e che soprattutto, le 2 gare di questi ultimi 2 giorni erano test utili per capire il valore della squadra. Amichevole quindi, niente di più, ma qualche indicazione dal torneo di Sassari sono comunque arrivate. Marcus Denmon, in 2 giorni, mette a referto 39 punti e risulta uno dei migliori in casa Brindisi, buono il lavoro anche di Ivanov, nonostante la condizione fisica non ottimale, e di Mays sotto le plance. Sembrano faticare un po James e Zerini ed Henry pare un po nervoso. Tutto sommato la squadra c’è, e il tempo a disposizione per trovare l’intesa giusta anche. Sicuramente la squadra vorrà riscattarsi già venerdì e sabato prossimo, quando al PalaPentassuglia andrà in scena la BMW Cup, ovvero il IV Memorial “Elio Pentassuglia”.

 

Recap (a cura di: www.dinamobasket.it)

Ritmi bassi in avvio di match, si segna solo dalla lunetta, Denmon e James regalano il primo vantaggio all’Enel dopo 5’. Bomba del 7 pari firmata Delaney, equilibrio in campo, il Lokomotiv rompe gli indugi e sul canestro di Balashov il primo quarto finisce 17-15. Immediato pari di Ivanov ai liberi ma il Kuban mostra i muscoli e sulla bomba di Grigoryev è +10 russo, Denmon riporta a contatto Brindisi ma è nuovo parziale Lokomotiv, sulla sirena Delaney dai 6.75 manda tutti negli spogliatoi sul 42-31. Gli uomini di coach Bazarevich volano sul +12, l’Enel è brava a riportarsi sotto, sulla tripla di Cournooh e i liberi di Balashov la terza frazione si chiude 54-50 per il Kuban. Nuovo vantaggio russo oltre la doppia cifra, il Lokomotiv guidato da Delaney alza i ritmi e conferma la sua superiorità, Denmon brilla tra i brindisini, ultimi minuti di botta e risposta tra i due attacchi, termina 73-59 per i russi del Lokomotiv Kuban che conquistano il terzo posto nel Torneo “Città di Sassari – Mimì Anselmi”

Recap (a cura del: Quotidiano di Puglia)

Nella finalina per il 3 e 4° posto, i bianco-azzurri hanno comunque testato a un avversario di rango. E lo hanno fatto per buoni 35 minuti. In avvio, la gara viaggia su ritmi alquanto bassi. Il tabellone viene mosso solamente dalla lunetta e la contesa sembra fare dell’equilibrio il suo lite motive. Brindisi regge nei primi dieci minuti di gioco nei quali Delroy James (2 punti e 3 rimbalzi) e Marcus Denmon (5 punti con 2/4 dall’arco dei 6 metri e 75) sembrano essere le due migliori frecce nell’arco del team adriatico. Poi lo strappo della compagine russa che, a metà della seconda frazione, mostra i muscoli e produce l’allungo. Una bomba di Grigoryev fissa il +10 russo (29-19 al 15′), che sembra spaccare in due la contesa. E’ la fase nella quale i russi trovano la retina soprattutto dalla grande distanza (3/7) e a cronometro fermo (8/15) mentre, per converso, fanno una fatica maledetta dalla media distanza (desolante 18%). Denmon riporta Brindisi a stretto contatto, ma da lì poco ecco arrivare è nuovo parziale del Lokomotiv che, grazie a una tripla di Delaney, va al riposo lungo sopra di nove lunghezze (42-31) Così, l’inerzia del match pare pendere tutto dalla parte della compagine russa che, al 25′ vola anche sul + 12 (48-36). Titoli di coda? Nemmeno a pensarlo. Perché Zerini e compagni si producono in uno sforzo che li porta a stretto contatto con l’avversario proprio in chiusura di terza frazione. E’ la fase in cui il duo Mays-Ivanov (rispettivamente 5 e 7 rimbalzi al 30′) nell’area colorata fa sentire la sua presenza. Eccome se la fa sentire, anche contro l’ex Denver Nuggets Anthony Randolph (appena tre “ciambelle” tirate giù alla fine del terzo periodo). Ed è anche il momento in cui è la New Basket a trovare la via del canestro da oltre la linea dei 6 e 75 (3/6) ed a mostrare le cose migliori (eloquente il 25 a 9 di valutazione complessiva con la quale si chiude il quarto). Brindisi continua a restare agganciata all’avversario ed a fargli sentire il fiato sul collo praticamente fino al 35′ (57-64). Dopo di che si spengono le luci, e gli ultimi cinque giri di lancette vedono i bianco-azzurri perdere del tutto la via del canestro (appena due punti scritti a referto). Di cotanto regalo ringrazia il Lokomotiv che, pur senza strafare, chiude a suo favore il match.

MVP MALCOM DELANEY: La guardia, nativa di Baltimora, proveniente dal Bayern Monaco, chiude con 17 punti e 21 di valutazione.

Parziali: 17-15; 42-31; 54-50; 73-59

PBC Lokomotiv Kuban: Delaney 17, Randolph 7, Grigoryev 8, Brown 4, Miles 7, Kolyushkin, Balashov 6, Voronov 8, Zubkov 4, Zhukanenko 2, Kurbanov 10. All.: Sergey Bazarevich
TL 22-25, T2 15-37, T3 7-18
Rimbalzi: 34 (5 Brown, Voronov e Kurbanov)
Valutazione: 77 (21 Delaney)

Enel Basket Brindisi: Harper 6, James 5, Crotta, Bulleri ne, Cournooh 5, De Gennaro, Ayers 2, Denmon 18, Zerini, Henry 6, Mays 7, Ivanov 10. All.: Piero Bucchi
TL 14-22, T2 14-38, T3 5-17
Rimbalzi: 36 (10 Mays)
Valutazione: 47 (15 Denmon)

 

The following two tabs change content below.
Andrea Romano

Andrea Romano

Brindisino, classe 1990. Dal 1° Dicembre 2013 cerco di raccontare al meglio tutto ciò che riguarda la New Basket Brindisi. Dall'Aprile 2014 inoltre collaboro con BasketUniverso.it.