Ranking 20° Giornata Serie A BEKO

15

Questo articolo ha avuto 183 visualizzazioni.

Ranking 20° Giornata Serie A BEKO


1. MILANO — (posizione precedente 1) Prima volta da sola in testa a due-terzi di campionato dopo 22 anni, nona vittoria consecutiva col calendario tutto in discesa perché anche i big match con Cantù e Sassari li avrà in casa e a quel punto potrebbero anche non contare. Se non scappa adesso, non scappa più.
2. CANTÙ — (prec. 3) Dopo l’eliminazione in Eurocup, gioca una gara di alto livello ad Avellino appena rientrata in zona playoff. È l’unica con Milano ad essere ancora imbattuta in casa (10-0) e ha ritrovato giocatori che sembravano in una preoccupante fase involutiva. In attesa delle sfide con Siena e Brindisi, va bene così.
3. SASSARI — (prec. 4) Impressionante gara a Varese con record di triple, prestazione sempre nelle corde della Dinamo che dimostra, però, come la vittoria in coppa Italia abbia fatto svoltare una squadra molto forte in crisi di identità. Sta sfruttando come all’andata un momento favorevole di calendario, va rivalutata alla fine contro le big. Ma Caleb Green si sta dimostrando l’ala forte migliore del campionato.
4. BRINDISI — (prec. 2) Perdere due posizioni per la sconfitta di Reggio Emilia è una punizione eccessiva ma dovuta, semplicemente, all’impressione che sta destando Sassari post coppa. La squadra lotta ma per stare al primo posto fino alla fine ha bisogno di rimpiazzare Bulleri. Può fare 4 punti nelle prossime due gare casalinghe con Varese e Caserta e risalire anche nel ranking.
5. SIENA — (prec. 5) Prestazione miracolosa a Venezia della Mps a 48 ore dalla messa in liquidazione della società. Vero che la squadra non risente dei problemi legati al futuro difficile del club ma anche che andare avanti così sarà sempre più difficile nonostante dimostri di avere qualcosa dentro in più di molte avversarie.
6. ROMA — (prec. 6) Ferma la striscia perdente a 4 sconfitte, coppa compresa, si rimette in pista anche se non sfavillando. La squadra continua ad essere un po’ corta e situazioni come quella di Baron al Real non aiutano.
7. REGGIO EMILIA — (prec.9) Zona ad alta turbolenza per l’ingresso nei playoff dove Reggio Emilia, appena è in casa, fa vedere grandi potenzialità… Bel successo con Brindisi, buon acquisto Gigli, fondamentale il rientro di Cinciarini. Ora però entra in un momento rischioso, con due trasferte su campi abbordabili (ma è 1-9 in trasferta) e le due più forti in casa. Deve uscirne almeno con 4 punti.
8. AVELLINO — (prec. 7) Subito smentiti, non azzecchiamo un pronostico… Avevamo visto la svolta, Cantù la stende in casa. Probabilmente abbiamo sottovalutato la situazione di Dean e Richardson fuori rosa che non può non pesare in eterno e l’inserimento di Foster che necessita di tempo.
9. PISTOIA — (prec. 8) Manca di poco una vittoria a Cremona che l’avrebbe lanciata decisamente verso i playoff, ma la squadra c’è e se non si accontenta di essere comodamente salva e ha ancora fame, ha una doppietta Reggio Emilia in casa-Pesaro che può tenere vive le speranze playoff.
10. CASERTA — (prec.10) Brutta storia la faccenda di Duhon anche se il taglio di Hannah era scritto. Ha perso tempo e occasioni nella ricerca del play, non ha mollato a Roma e adesso non deve sbandare davanti a tre gare casalinghe nelle prossime quattro.
11. VARESE — (prec. 11) Piovono triple a Masnago e contro il talento di Sassari in serata record al tiro non può fare molto di più anche se prendere 112 punti in casa non è esattamente il modo di approcciare gli avversari… Ora c’è Brindisi poi passa l’ultimo treno per i playoff.
12. CREMONA — (prec. 13) Successo importante con Pistoia unica avversaria abbordabile di una fase di calendario difficilissimo. Poi c’è la discesa e il ritorno di Chase potrebbe farle chiudere in bellezza la stagione.
13. VENEZIA — (prec. 12) Continua la fase negativa della Reyer ed il problema è che il peggio deve ancora venire visto che domenica giocherà a Milano e la trasferta successiva è a Sassari. Ovvio non sia colpa loro, ma con le novità Crosariol e Johnson non ha ancora vinto.
13. BOLOGNA — (ex aequo, prec. 13) Inutile fare giri di parole, quella di Milano è stata una figuraccia. Vero che nessuna squadra difende come l’EA7 in casa, ma anche che senza Imbrò e senza essere tornati sul mercato, i bolognesi faranno ancora fatica.
15. PESARO — (prec. 15) Vittoria fondamentale nel derby con Montegranaro che adesso è avanti solo due punti e con lo scontro diretto sfavorevole. Ma la cosa più incoraggiante è che la Vuelle nel 2014 ha giocato 4 ottime gare in casa vincendone tre. E che adesso le partite impossibili le ha in trasferta.
16. MONTEGRANARO — (prec. 16) S’è complicata la vita perdendo il derby e andando sotto nello scontro diretto con Pesaro. Squadra e società dalla sette vite, dipende molto da cosa accadrà nei prossimi giorni con stipendi e solite pendenze da saldare, cioè dalla qualità degli allenamenti.

Articolo di: Luca Chiabotti © La Gazzetta Dello Sport ©

The following two tabs change content below.
Andrea Romano

Andrea Romano

Brindisino, classe 1990. Dal 1° Dicembre 2013 cerco di raccontare al meglio tutto ciò che riguarda la New Basket Brindisi. Dall'Aprile 2014 inoltre collaboro con BasketUniverso.it.