Sala Stampa post Gara 3

6

Questo articolo ha avuto 218 visualizzazioni.

L’ultima sala stampa post-game per l’Enel Basket Brindisi. Inzia Meo Sacchetti: “Brindisi voleva vincere sul proprio campo e davanti al suo pubblico anche se non nascondo che l’infortunio di Todic ci ha avvantaggiato.” Si prosegue con il presidente Marino “E’ stata una stagione fantastica ma stiamo già lavorando per la prossima stagione e siamo vicini alla chiusura di 2 affari” e infine le parole  di Bucchi  emozionatissimo: “La mia più bella stagione e dico a chi non è venuto stasera che non ha capito niente del nostro cuore, passione e lavoro”

4Iniziamo con le parole del Presidente Nando Marino, affiancato dal dottor Carparelli, i primi  prendere la parola per Brindisi:  E’ stato bello ragazzi è stata una stagione fantastica. Queste sono stagioni che rimangono nella storia. Io ora ho ringranziato i ragazzi dicendo che rimarrano nel mio cuore ma rimarrano nel cuore di tutta la tifoseria. Forse tra qualche anno capiremo realmente cosa abbiamo combinato. Vincere il titolo di “Campione D’Inverno” sia un evento irripetibile vedendo come sta girando Milano quest’anno e nei prossimi anni. Noi ce l’abbiamo messa tutto, abbiamo avuto un primo periodo in cui stava andando tutto bene ma il 2 febbraio qualcosa è cambiata con l’infortunio di capitan Bulleri ma i ragazzi e i coach non hanno mai mollato e ce l’hanno messa tutta. Faccio i complimenti a Sassari da cui dobbiamo prendere esempio. Loro sono avanti nel loro progetto di 2 anni ma noi ripartiremo e noi stiamo già lavorando per la prossima stagione infatti abbiamo già un paio di nomi vicinissimi alla chiusura. I programmi sono quelli di continuare un progetto importante con l’Enel, con il pubblico e con tutti.”

 

Il presidente e dottor Carparelli lasciano spazio alle parole del coach.

5Inizia la conferenza di coach Piero Bucchi emozionatissimo tanto da non riuscire neanche a sedersi. Esordisce con “dura” ma viente interrotto subito dalle lacrime e dagli applausi dei giornalisti. Dopo le scuse inzia il suo discorso: “Questa è la tensione e la passione soprattutto.” Ancora qualche istante di pausa per il coach che non trova le parole ma ribadisce il concetto: “Questa è tensione, passione e amore che tutti noi abbiamo messo quest’anno. Chi stasera è rimasto a casa non ha capito niente, scusate se lo dico ai 500 che non c’erano stastera. Non ha capito il cuore dei miei giocatori e di quelli che lavorano qui dentro, quello di tutti.” Interviene il presidente Marino in soccorso di Bucchi: “Fate i complimenti a quest’uomo e io so quest’anno quanto ha sofferto questo anno. Mi ha confidato che ha fatto la più bella stagione da capo allenatore con questi ragazzi, con questo budget ha portato Brindisi a essere la sorpresa del campionato nazionale di basket. Io ringrazio Piero, lo ringrazia una città intera e da lui ripartiamo e con lui faremo vedere del gran basket l’inverno prossimo”.
Riprende la parola il coach: “Il fatto che mi sia commosso è per la passione che la squadra ha messo quest’anno. Quando mettiamo la passione, amore e impegno per questo lavoro e riceviamo le critiche ci sentiamo feriti, perchè non sanno dietro cosa c’è. Sono 3 annate che facciamo di più di quello ci aspettavano grazie all’impegno e sacrifici della squadra. Sono contento dei 500 che non sono venuti, mi è dispiaciuto all’inizio ma ora sono contento perchè si sono persi una partita bellissima e ci abbiamo provato fino in fondo. Abbiamo fatta una gara 1 meravigliosa, la miglior gara dell’anno. Abbiamo fatto una stagione splendida ma si è incrinato qualcosa a Febbraio a causa di un paio di infortuni che ha rotto gli equilibri di squadra che avevamo creato. Lo screzio dell’altra sera con Formenti, che era veramente una sciocchezza, dimostra quanto tutti noi eravamo pronti a giocarci gara 3. Ho avuto diversi screzi quest’anno con giocatori ma è normale perchè ci mettiamo passione e loro anche.Ringranzio chi ha applaudito stasera, la Società, la città, il presidente, i soci, i collaboratori e tutti quanti è stata un’annata bellissima e forse meritavamo qualcosa di più ma siamo orgogliosi di quanto fatto. Cerchiamo di ripartite l’anno prossimo, siamo già vicini a qualche nome, ci saranno momenti buoni e anche brutti ma bisogna rimanere uniti.”

3Queste le parole di Meo Sacchetti, coach del Banco Di Sardegna Sassari: “Sono contento della vittoria ma soprattutto per l’atteggiamento dei miei giocatori che non hanno mollato mai. Non era facile vincere oggi contro una squadra come Brindisi molto forte che non a caso è stata in testa al campionato per tanto tempo. Nel terzo quarto abbiamo tirato un po’ il fiato con Dyson che ha messo dentro 2 triple importanti. Rimane il plauso per Brindisi con la quale abbiamo rapporti sin dai tempi della Legadue. Brindisi inoltre voleva vincere sul proprio campo e davanti al suo pubblico anche se non nascondo che l’infortunio di Todic ci ha avvantaggiato.” Ed ora tifa Pistoia? “Normalmente si tifa sempre per la squadra piu debole e fa piacere vedere Pistoia che neo promossa vince contro chi dovrebbe ammazzare il campionato. Ora ci prendiamo un paio di giorni per riflettere e poi vedremo il da fare”.


 

The following two tabs change content below.
Andrea Romano

Andrea Romano

Brindisino, classe 1990. Dal 1° Dicembre 2013 cerco di raccontare al meglio tutto ciò che riguarda la New Basket Brindisi. Dall'Aprile 2014 inoltre collaboro con BasketUniverso.it.