Tagliato Sek Henry: il primo colpo di mercato di Brindisi firma a Capo D’Orlando

Sek henry Brindisi taglio

Questo articolo ha avuto 463 visualizzazioni.

HenryChe qualcosa non sarebbe andata bene tra Sek Henry e l’Enel Basket Brindisi si sarebbe dovuta capire già dal suo arrivo a Brindisi, quando fu vittima di una piccola disavventura. Infatti quando atterrò in Puglia, lo scorso 20 Luglio, con lui non arrivarono le valige, smarrite all’Aeroporto Fiumicino di Roma. Un segno del destino? Ad oggi sembrerebbe di sì. Eppure l’Enel Basket Brindisi ha creduto tanto in lui, tanto da essere stato il primo colpo messo a segno nel mercato estivo, lo scorso 20 Giugno (vedi dettagli). Gran parte dei tifosi, con ancora negli occhi le gesta di Jerome Dyson, hanno iniziato a criticarlo già durante le uscite estive. E’ vero anche però che Sek non ha certo caratteristiche da playmaker “puro”. Durante la prima uscita contro Pesaro e quella successiva con Caserta, però sembrava avesse cambiato l’inerzia delle critiche. L’infortunio di Mays, poi ha pesato non poco sul gioco di Brindisi e dello stesso Henry.  Il 29 Ottobre, “La Gazzetta Dello Sport” lancia il rumor che vuole Sek Henry a rischio taglio. Il giorno successivo però Piero Bucchi, in sala stampa, smentisce affermando che un giocatore non è giudicabile dopo 3 gare. Il 14 Novembre la società di Contrada Masseriola annuncia l’acquisto di Jacob Pullen (vedi dettagli) aprendo così le porte di uscita a Sek Henry, che tuttavia gioca la successiva gara di campionato a Cremona e la gara di EuroChallenge a Ulm il 19 Novembre.
Oggi la società, tramite comunicato stampa, annuncia sul proprio sito, il taglio del playmaker:

L’Enel Basket Brindisi comunica che è stato raggiunto un accordo per la rescissione consensuale del contratto con l’atleta Sek Henry.
Al giocatore va il ringraziamento per l’impegno profuso in ogni allenamento e in ogni gara disputata.
La società augura a Sek Henry un prosieguo di carriera ricco di successi.

Sek Henry, chiude così la sua avventura a Brindisi con la media di 6.2 punti, 2.6 rimbalzi e 2 assist, mentre in EuroChallenge con la media di 9.3 punti, 2.7 rimbalzi e 2.3 assist.

Nella stessa giornata di oggi l’Upea Capo D’Orlando ha annunciato la sua firma (vedi dettagli). Henry prende così in mano la cabina di regia al posto Jonny Flynn. Anche in sicilia il giocatore indosserà la maglia numero 22.

The following two tabs change content below.
Andrea Romano

Andrea Romano

Brindisino, classe 1990. Dal 1° Dicembre 2013 cerco di raccontare al meglio tutto ciò che riguarda la New Basket Brindisi. Dall'Aprile 2014 inoltre collaboro con BasketUniverso.it.