Serie A BEKO | Acqua Vitasnella Cantù-Enel Basket Brindisi: 63-73

James Cantù-Brindisi

Questo articolo ha avuto 511 visualizzazioni.

Delroy James ruggisce più forte di tutti. L’Enel Brindisi espugna per la prima volta Cantù.

 

Acqua Vitasnella Cantù-Enel Basket Brindisi: 63-73
8° Giornata Serie A BEKO
Mapooro Arena, Cucciago 29/11/14 


L’Enel Basket Brindisi espugna per la prima volta il Pianella e porta a 2 le vittorie consecutive in campionato. Gli uomini di coach Piero Bucchi prendono subito in mano la partita ma soffrono nel mezzo ed ad inizio 4° quarto. Protagonisti della vittoria Cedric Simmons e Delroy James che chiudono in doppia-doppia. Buona la gara anche di Turner. Brindisi con questo successo sale a 10 punti in classifica e allunga proprio su Cantù.

L’anticipo della 8° giornata offre la sfida tra Acqua Vitasnella Cantù ed Enel Basket Brindisi. Entrambe le squadre arrivano al match della Mapooro Arena con 8 punti in classifica, con i padroni di casa 8° in classifica e gli ospiti al 7°. Coach Piero Bucchi dopo settimane può contare nuovamente sul pivot James Mays, che parte in panca. Cantù in casa contro Brindisi non ha mai perso ma oggi è una partita importante e non sbagliare per tutte e 2 le compagini.

1° Quarto –  Delroy James piazza subito la tripla del vantaggio. Dall’altra parte risponde Hollis che pareggia poco dopo: 3-3. Pullen prova 2 volte a piazzare la bomba ma trova solo il ferro. Al 3° minuto l’asse Denmon-Simmons funziona bene. La guardia serve 2 assist per il pivot in pochi secondi. Simmons realizza prima dall’area difendendo bene e nell’azione successiva conclude l’alley-oop  con la schiacciata (3-7). Cantù è imprecisa, anche dalla lunetta (Jones 0/2). Al 5° il nuovo alley-oop Denmon-Simmons trova il ferro e nell’azione successiva Feldeine schiaccia il 5-7. Sempre al 5°, ancora in evidenza il pivot brindisino, che di prepotenza schiaccia il 5-9. Feldeine non ci sta e schiaccia nuovamente anche lui: 7-9. All’8°, il rientrante Mays (Simmons fuori per 2 falli) trova il canestro e regala il +6 a Brindisi (9-15). Pochi istanti dopo è Pullen ad incrementare il vantaggio portando gli ospiti sul 9-17. Nel finale Stefano Gentile dalla lunetta è infallibile e fa 4/4 e accorcia le distanze (13-17).
2° Quarto Sembra buono il rientro di Mays. All’11° realizza e subisce fallo. Il pivot non sbaglia dalla lunetta e l’Enel torna sul +5 (15-20). In meno di 20 secondi Cantù recupera 4 punti con un buon break firmato Shermadini-Feldeine: 19-20 all’inizio del 12°. I padroni di casa trovano il 1° vantaggio della partita al 13° con i liberi di Shermadini (21-20). James per la prima volta in stagione da fuori l’arco è infallibile e piazza un’altra bomba (2/2 da 3 per l’ala grande). Al 14°, anche Harper punisce da 3 e porta il punteggio sul 21-26. Cantù lotta e si riavvicina ad una lunghezza per ben 2 volte tra il15° e il 17° (27-28). Johnson-Odom prima viene “criticato” per un passaggio sbagliato ma al 18° con una penetrazione trova canestro e fallo. Dalla lunetta l’ex Lakers pareggia i conti (30-30). Turner ha la mano calda e piazza la bomba: 30-33. Ma anche Johnson-Odom nel finale di quarto non è da meno (34-35). Buva schiaccia per il sorpasso di Cantù (36-35). E.T. però con una buona penetrazione firma il 36-37. Con questo risultato si va all’intervallo lungo.

3° Quarto –  Dopo 2 minuti di imprecisione e buona difesa da ambo le parti, è Brindisi a trovare il 1° canestro. Denmon serve un nuovo assist a Simmons che schiaccia il 36-39. James da fuori l’arco continua a fare male (2/3 nel 3° quarto sino in 4 minuti). Le sue triple permettono all’Enel di ritrovare nuovamente il +5. al 16° il risultato recita 42-47. La coppia James-Simmons domina e al 26° regala il +9 a Brindisi e costringe coach Sacripanti a chiamare timeout. Pullen continua a litigare da fuori l’arco ma Delroy James no. Al 28° ancora lui da fuori l’arco realizza il 45-56 (+11, massimo vantaggio). Poco dopo Denmon fallisce il +13. La guardia dopo aver recuperato palla fallisce la schiacciata da solo. Per i padroni di casa è Shermadini il più positivo. Al termine del 30° il risultato è di 47-58.
4° Quarto – Feldeine inagura il quarto con la bomba del 50-58. Cantù nei primi 2 minuti produce un parziale di 8-0 ed inizia a far paura a Brindisi (55-58). Quando mancano 7 minuti al termine della gara Brindisi va già in bonus. Zerini-Bulleri-Denmon falliscono i tiri da fuori l’arco e dopo 5 minuti di gioco l’Enel non ha ancora trovato la retina. Ci pensa ancora Delroy James per gli ospiti quando dalla lunetta fa 2/2 (55-60). Pullen continua a non brillare. Il play di Brindisi perde palla e Johson-Odom ne approfitta (57-60). Denmon al 37° trova il 2° canestro della sua partita (57-62). La difesa di Brindisi si perde Feldeine che ringrazia ed indisturbato schiaccia il 59-62.  Simmons schiaccia ancora all’inizio del 39° concludendo ancora l’alley-oop con Denmon (61-68). Delroy James nel finale di quarto corregge due volte il tiro dei compagni (1 schiacciata) e firma il 63-73 finale.

L’Enel Basket Brindisi vince la 2° gara consecutiva ma soprattutto espugna per la prima volta nella sua storia il Pianella. Ottima la prova di Cedric Simmons (14 punti e 11 rimbalzi) ma favolosa la prova di Delroy James, che conclude con 23 punti e 13 rimbalzi. Deludono Pullen e Denmon in fase realizzativa ma sono decisivi a smazzare gli assist, 11 in 2. Elston Turner invece è decisivo nei finali del 2° e 4° quarto. A Cantù non bastano i 13 punti di Shermadini e Feldeine e gli 11 di Johnson-Odom per mantenere l’imbattibilità casalinga contro Brindisi. Grazie a questo successo Brindisi sale a 10 punti in classifica e allunga su Cantù.

MVP Delroy James: “The Lion King” domina sul parquet della Mapooro Arena. Oggi anche da 3 è infallibile (5/7), ma così preciso in questa stagione. Chiude in doppia-doppia grazie ai 23 punti realizzati e 14 rimbalzi arpionati. Per non farsi mancare niente mette a referto anche 2 stoppate. Chiude con 32 di valutazione finale.

Parziali: 13-17; 36-37 (23-20); 47-58 (11-21); 63-73 (13-15)

Enel Basket Brindisi: Pullen 9, Harper 3, James 23, Bulleri, Cournooh, De Gennaro, Denmon 4, Simmons 14, Morciano, Zerini, Turner 15, Mays 5. All. Bucchi
Starting Five: Pullen, Denmon, Turner Jr., James, Simmons.
T2 21-40 (52.5%), T3 7-24 (29.2%), TL 10-11 (90.9%)
Rimbalzi: 44 (13 James)
Assist: 16 (6 Pullen)
Valutazione: 86 (32 James)

Acqua Vitasnella Cantù: Johnson-Odom 11, Feldeine 13, Abass 5, Bloise, Laganà, Jones 5, Maspero, Shermadini 13, Hollis 7, Buva 4, Gentile 4, Williams 1. All. Sacripanti
Starting Five: Johnson-Odom, Faldeine, Jones, Hollis, Williams.
T2 20-46 (43.5%), T3 2-17 (11.8%), TL 17-26 (65.4%)
Rimbalzi: 37 (7 Shermadini)
Assist: 10 (3 Johnson-Odom)
Valutazione: 60 (15 Johnson-Odom)

The following two tabs change content below.
Andrea Romano

Andrea Romano

Brindisino, classe 1990. Dal 1° Dicembre 2013 cerco di raccontare al meglio tutto ciò che riguarda la New Basket Brindisi. Dall'Aprile 2014 inoltre collaboro con BasketUniverso.it.