Serie A BEKO | Banco di Sardegna Sassari-Enel Basket Brindisi: 87-78

1

Questo articolo ha avuto 439 visualizzazioni.

L’Enel Basket Brindisi cade per la prima volta: ancora fatale la Dinamo Sassari.

 

Banco di Sardegna Sassari-Enel Basket Brindisi: 87-78
3° Giornata Serie A BEKO
PalaSerradimigni, Brindisi 27/10/14 


La marcia vittoriosa dell’Enel Basket Brindisi si ferma al PalaSerradimigni di Sassari. I padroni di casa, azzannano subito la gara non concedendo respiro a Brindisi, che si trova vicina al k.o. già nei primi 10 minuti. Un Super Logan è l’artefice della vittoria finale. Gli uomini di coach Piero Bucchi pagano l’approccio sbagliato del 1° quarto e l’assenza di Mays. 

Il monday night della 3° Giornata offre la sfida tra Banco di Sardegna Sassari ed Enel Basket Brindisi che negli ultimi anni ha offerto sempre spettacolo e battaglia nelle varie Serie. Entrambe le squadre vincendo possono candidarsi ufficialmente come Anti-Milano, ieri vittoriosa contro Venezia. Dyson e Todic, grandi ex di Brindisi vogliono farsi rimpiangere dai propri ex tifosi, ma Brindisi arriva a Sassari consapevole della propria forza e soprattutto per confermare ciò che di buono ha fatto vedere nelle prime 2 gare. La squadra di Meo Sacchetti è reduce dalla sconfitta casalinga in EuroLega rimediata venerdì e deve rinunciare a Jack Devecchi. Il pivot Mays, uno dei maggiori protagonisti di questo inizio di campionato, non recupera dall’infortunio subito a Caserta e costringe Bucchi a schiereare Dejan Ivanov in starting five.

1° Quarto – Parte fortissimo la Dinamo Sassari che mette subito in campo una pressione difensiva estenuante e una velocità offensiva che si rivela fatale per Brindisi. Nei primi 3 minuti i padroni di casa piazzano tre triple consecutive (9-0) firmate Logan (2) e Sanders. Brindisi non riesce a trovare un varco e mette a referto il 1° punto della partita grazie all’1/2 di Ivanov. Sassari va a mille e tra il 5° e il 6° minuto firma il +17. Il protagonista è ancora Logan (canestro da dentro e schiacciata in contropiede) e Dyson che con la bomba firma i primi punti della sua partita e i primi punti da ex. Brindisi è nel pallone e continua a sbagliare sotto canestro ma anche in impostazione. Nel finale del quarto si va spesso in lunetta ma è ancora la Dinamo avanti di +20 dopo 9 minuti. Cournooh ed Harper danno un po’ di ossigeno agli uomini di Bucchi. 28-9 al termine del 1° quarto.
2° QuartoIl quarto inizia con la tripla di Turner (28-12). Dall’altra parte anche Todic risponde da fuori l’arco servito da Brian Sacchetti (31-14). Logan continua a fare male e costringe coach Piero Bucchi a chiamare timeout sul risultato di 37-19. Dopo la strigliata si sveglia Marcus Denmon che in poco più di un minuto mette a referto 8 punti ed inizia ad entrare in trance agonistica. E’ proprio la guardia scelta dagli Spurs a firmare il -10 al 17° minuto dopo vari tentativi  falliti dall’Enel Basket Brindisi di rientrare ancora di più in partita. Meo Sacchetti si accorge che è il momento di chiamare timeout. Sek Henry con 4 punti consecutivi accorcia ancora di più per gli ospiti. Il tabellino recita 42-36 dopo i primi 20 minuti di gioco.

3° Quarto –  Usciti dall’intervallo lungo la Dinamo Sassari, come già accaduto nel 1° quarto, prova a ad archiviare la partita. Ma è Denmon a firmare il primo canestro del quarto (42-39). Lawal schiaccia il +5 e poco dopo Dyson rifirma il +10 (49-39). Inizia ad entrare in partite anche Delroy James che firma 2 triple consecutive (51-45), ma Brooks schiaccia nuovamente il +10 in contropiede dopo l’ennesima palla recuperata in difesa da Sassari. La squadra di casa è brava ha ridare gas ogni qualvolta che l’Enel Basket Brindisi si avvicini pericolosamente. A fine 3° quarto il tabellone recita 65-55.
4° Quarto – Un break di 0-8 permette a Brindisi a far sentire il fiato sul collo su Sassari al 33° minuto (67-62). I padroni di casa ritornano a difendere come si deve e l’Enel Brindisi inizia a perdere palloni importanti al fine del risultato. Denmon non ci sta e riavvicina Brindisi sul -8. E’ ancora Logan a spezzare le gambe a Brindisi ben supportato da Dyson e Brooks (73-63). Nel frattempo Zerini termina la gara dopo aver commesso il 5° fallo personale e costringe Brindisi a giocare senza pivot. Elston Turner  si conferma infallibile da dentro l’arco (73-67). Nel finale Denmon aumenta il suo score personale dalla lunetta. Delroy James (che chiude in doppia doppia) è l’ultimo ad arrendersi e con una tripla firma allo scadere l’87-78 finale.

Prima sconfitta per l’Enel Basket Brindisi che paga l’assenza di Mays ma soprattutto l’approccio iniziale della partita. Il Banco di Sardegna Sassari vince e raggiunge così al 1° posto l’EA7 Emporio Armani Milano a 6 punti. La squadra di Meo Sacchetti è stata brava a mettere subito in salita la gara per Brindisi che poi non è riuscita a dare la scossa decisiva per firmare il contro-sorpasso. Sabato gli uomini di coach Piero Bucchi dovranno riprendere il cammino contro Trento, che in questo turno ha battuto Cantù con un Mays in più e un Denmon che finalmente è pronto a dire la sua.

MVP DAVID LOGAN: Nei primi 10 minuti è imprendibile per la difesa Brindisina ed è infallibile al tiro. Nel 1° quarto mette a referto 13 dei 27 punti finali tirando con il 100% da 2 e con il 60% da 3. Chiude la sua gara anche con 5 assist, 1 stoppata e con 33 di valutazione finale.

Parziali: 28-9; 42-36; 65-55; 87-78.

Enel Basket Brindisi: Harper 5, James 17, Bulleri 2, Cournooh 4, De Gennaro, Denmon 20, Morciano, Zerini 7, Henry 6, Turner 14, Mays, Ivanov 3. All. Bucchi
Starting Five: Henry, Denmon, Turner Jr., James, Ivanov.
TL 13-15 (86.7%), T2 16-32 (50%) , T3 11-30 (36.7%)
Rimbalzi: 32 (1o James)
Assist: 19 (4 Henry e Turner Jr.)
Valutazione: 75 (19 James)

Banco di Sardegna Sassari: Logan 27, Sosa 4, Sanders 13, Devecchi, Lawal 2, Chessa, Dyson 18, Sacchetti 6, Vanuzzo, Brooks 11, Todic 6, Cusin. All. Sacchetti
Starting Five:
Dyson, Logan, Sanders, Brooks, Lawal.
TL 18-25 (72%), T2 18-27 (66.7%), T3 11-30 (36.7%)
Rimbalzi: 32 (9 Brooks)
Assist: 21 (6 Dyson)
Valutazione: 107 (33 Logan)

Foto: LAPRESSE

The following two tabs change content below.
Andrea Romano

Andrea Romano

Brindisino, classe 1990. Dal 1° Dicembre 2013 cerco di raccontare al meglio tutto ciò che riguarda la New Basket Brindisi. Dall'Aprile 2014 inoltre collaboro con BasketUniverso.it.