Serie A BEKO | Enel Basket Brindisi-Upea Capo D’Orlando: 78-73

Mays Enel Brindisi-Upea Capo D'Orlando (Foto Tasco per La Stella Del Sud - Vietata la riproduzione)

Questo articolo ha avuto 403 visualizzazioni.

Un Super-Archie non basta a Capo D’Orlando. L’Enel Brindisi soffre, rimonta e vince.

 

Enel Basket Brindisi-Upea Capo D’Orlando: 78-73
11° Giornata Serie A BEKO
PalaPentassuglia, Brindisi 21/12/14 


L’Enel Basket Brindisi soffre al PalaPentassuglia contro l’Upea Capo D’Orlando trascinata da uno scatenato Dominique Archie, che chiude in doppia-doppia (27 punti e 10 rimbalzi) e 34 di valutazione finale. La panchina di Brindisi nel 1° tempo è fondamentale per rimanere in partita mentre nel 2° tempo James e Mays, con l’aiuto di Bulleri e Zerini, permettono a Brindisi di vincere la partita. 

L’Enel Basket Brindisi ospita al PalaPentassuglia l’Upea Capo D’Orlando per la 11° Giornata della Serie A BEKO, in una gara inedita nella massima serie. Le squadre più a Sud di tutto il campionato sono le miglior difese in Serie A con 72.2 punti di media subiti da Brindisi contro i 72.3 dell’Orlandina. Coach Piero Bucchi potrà contare sul nuovo pivot Micheal Eric e su Marcus Denmon, recuperato dopo l’infortunio che l’ha tenuto fermo negli ultimi giorni. Coach Griccioli si affida alla voglia di rivalsa di Sek Henry ma deve rinunciare Bradford Burgess. 

1° Quarto - Il primo possesso è degli ospiti ma Hunt sbaglia il tiro da sotto. Si va subito dall’altra parte con Pullen che subisce il fallo di Henry mentre rilascia il tiro da 3. Il play di Brindisi sbaglia il 1° libero. Il 2° va dentro è il parquet si riempe dei peluche lanciati dal pubblico per l’iniziativa benefica del “Teddy Bear Toss”. Dopo la pausa per raccogliere i peluche, Pullen realizza anche il 3° tiro libero (2-0). Archie scalda la mano e realizza la tripla: 2-3. La schiacciata di James e la bomba di Denmon regalano il primo massimo vantaggio per Brindisi: 7-3 al 3° minuto (+4). Al 5° gli ospitano tornano in vantaggio con Archie che realizza prima un’altra tripla e dopo schiaccia il 7-8. Mays nella prima parte di gioco appare molto impreciso e non riesce a realizzare da sotto più volte. La schiacciata in contropiede si Sek Henry regala il +3 agli uomini di coach Griccioli. Pullen al 7° mette dentro la bomba del -1 (14-15). Henry (da 3), Archie, Freeman (da 3) e ancora Archie firmano un break di 0-10 che porta l’Orlandina sul 14-26 quando manca un minuto al termine del quarto. Turner da sotto realizza al termine del 1° quarto: 16-26.
2° Quarto –  Bulleri e Zerini danno la carica giusta a Brindisi ad inizio del 2° quarto. L’alley-oop Denmon-Zerini (schiacciata) infiamma il PalaPentassuglia: 26-30 al 13°. Soragna però riporta subito Capo D’Orlando sul +7 (26-33). Eric trova i primi punti con la nuova maglia facendo 1/2 dalla lunetta (27-33). Al 17° Cournooh mette la bomba del -1 (34-35). Dopo il canestro di Henry, James colpisce da fuori l’arco e regala il pareggio a Brindisi: 17-17. Lo stesso James poco dopo realizza e subisce fallo. Dalla lunetta l’ala americana non sbaglia e l’Enel torna sul +3 (40-37). Gli ospiti riusciranno comunque a terminare il quarto in vantaggio grazie ai canestri di Archie e Freeman. Al 20° il tabellone recita 42-46.

3° Quarto –  Rientrati dall’intervallo lungo è Freeman a mettere dentro il 1° canestro del quarto (42-48). Delroy James e James Mays iniziano a carburare ed ad essere decisivi. Il 1° lotta a rimbalzo e recupera palloni il 2° inizia a mettere dentro tutti i canestri sbagliati nel 1° tempo. Il pivot centrafricano mette a referto 6 punti consecutivi: 48-50 al 24°. Al 27° James dalla lunetta regala il 2° pareggio della partita: 54-54. Archie guida la reazione ospita e riporta l’Orlandina sul +3 al 28°. James schiaccia e posterizza Hunt: 60-59 al 29°. Poco dopo arrivano le schiacciate di Mays e Harper e permettono a Brindisi di terminare il quarto sul 66-60.
4° Quarto - Nell’ultimo quarto ancora una volta è il duo Bulleri-Zerini ad infiammare il pubblico del PalaPentassuglia con rimbalzi, recuperi palla e tanto cuore. Si segna però poco nei primi minuti. Al 35° Mays da sotto regala il +8 (70-62). Poco dopo il capitano Brindisino, tra gli applausi del proprio pubblico, esce per aver commesso il 5° fallo. Archie e Basile non si arrendono mai. Pullen al 37° mette dentro la bomba del +9 (75-66) ma fa vivere attimi di apprensione ai tifosi brindisini. Il playmaker infatti dopo aver realizzato il canestro subisce il contatto di Henry e si fa male alla caviglia. Per fortuna si rivela niente di grave è può tornare in campo poco dopo. Rientrato sul parquet però perde la sua 4° palla della gara e rilancia in contropiede Sek Henry che schiaccia il 77-70 al 39°. Nel finale Capo D’Orlando fatica a trovare il canestro merito della buona difesa di Brindisi. Finisce 78-73 al PalaPentassuglia.

Ritorna a vincere al PalaPentassuglia l’Enel Basket Brindisi dopo lo stop interno dello scorso 6 Dicembre contro Varese. Gli uomini di coach Piero Bucchi conquistano così la 2° vittoria consecutiva in campionato e salgono a 14 punti in classifica (4° posto). Gara sfferta per l’Enel Brindisi ma grazie alla panchina soprattutto nel 1° tempo riesce a restare in scia dell’Upea Capo D’Orlando trascinata da Archie (34 punti e 10 rimbalzi) e Freeman. Giornata “No”  invece per Dario Hunt che è stato condizionato dai falli commessi già nel 2° quarto (3 falli). Nel 2° tempo Mays (22 punti e 8 rimbalzi) e James (In doppia doppia con 11 punti e 13 rimbalzi) fanno la differenza e Bulleri e Zerini danno la spinta emotiva giusta alla squadra per portare a casa la vittoria.

MVP Dominique Archie: Nonostante la sconfitta è l’uomo migliore in campo. Da 2 e da 3 è praticamente un cecchino (66.7% dal campo) così come dalla lunetta (7/8). I suoi punti permettono a Capo D’Orlando di condurre la gara per buon parte della partita. Chiuderà in doppia-doppia, con 27 punti e 10 rimbalzi, e 34 di valutazione finale.

Parziali: 16-26; 42-46 (26-20); 66-60 (24-14); 78-73 (12-13).

Enel Basket Brindisi: Pullen 10, Harper 2, James 11, Bulleri 3, Cournooh 3, Taveri, Denmon 10, Morciano, Zerini 7, Turner 7, Mays 22, Eric 3. All. Bucchi
Starting Five: Pullen, Denmon, Turner Jr., James, Mays.
T2 21-43 (48.8%), T3 7-28 (25%), TL 15-21 (71.4%)
Rimbalzi: 42 (13 James)
Assist: 13 (3 Denmon,Pullen,Turner e Harper)
Valutazione: 86 (24 Mays)

Upea Capo D’Orlando: Archie 27, Freeman 18, Hunt, Basile 3, Soragna 11, Cochran, Burgess, Henry 15, Bianconi, Strati. All. Griccioli.
Starting Five: Henry, Basile, Freeman, Archie, Hunt.
T2 15-30 (50%), T3 11-25 (44%), TL 10-12 (83.3%)
Rimbalzi: 30 (10 Archie)
Assist: 10 (5 Freeman)
Valutazione: 64 (34 Archie)

Foto: Damiano e Vincenzo Tasco

The following two tabs change content below.
Andrea Romano

Andrea Romano

Brindisino, classe 1990. Dal 1° Dicembre 2013 cerco di raccontare al meglio tutto ciò che riguarda la New Basket Brindisi. Dall'Aprile 2014 inoltre collaboro con BasketUniverso.it.