Serie A BEKO | Sidigas Avellino-Enel Basket Brindisi: 77-80

James Sidigas Avellino-Enel Basket Brindisi (Foto la stella del sud - vietata la riproduzione)

Questo articolo ha avuto 460 visualizzazioni.

Pazza Brindisi: espugnata Avellino dopo un finale da cardiopalma.

 

Sidigas Avellino-Enel Basket Brindisi: 77-80
13° Giornata Serie A BEKO
PalaDelMauro, Avellino 29/12/14 


Partita combattuta sino all’ultimo istante al PalaDelMauro. La Sidigas Avellino sembra avere in mano la partita quando mancano poco meno di 4 minuti al termine ma nel finale le bombe di Denmon, la stoppata di Mays e uno straordinario James, che chiuderà in doppia-doppia con 16 punti e 10 rimbalzi, permettono a Brindisi di conquistare la 4° vittoria consecutiva in campionato e di portare a casa 2 punti importantissimi per la qualificazione alle Final Eight. Il 2014 si chiude con 4 vittorie su 5 gare in Serie A.

A distanza di 3 giorni la Serie A BEKO torna subito in campo. L’Enel Basket Brindisi, dopo la schiacciante vittoria contro l’Acea Roma è impegnata sul parquet del PalaDelMauro contro la Sidigas Avellino. Sia gli uomini di coach Piero Bucchi che di coach Francesco Vitucci sono reduci da 3 vittorie consecutive in campionato.

1° QuartoIl primo possesso è dell’Enel Basket Brindisi ma Mays non riesce a trovare il canestro per la buona opposizione di Anosike. Lo stesso centro con la maglia bianco-verde sblocca il risultando schiacciando il 2-0. James prima pareggia i conti e al 2° minuto porta in vantaggio gli ospiti con una bomba: 4-5. Hanga poco dopo penetra e schiaccia il 6-5. Pullen va in lunetta ma fa 1/2: 6-6. Partita molto equilibrata e combattuta nel 1° quarto. Anosike fa 8-6, Turner in layup pareggia: 8-8. Banks conclude un coast to coast con una splendida schiacciata: 10-8 al 5°. Anosike continua ad avere la meglio su Mays sia in attacco che in difesa e Bucchi manda dentro Eric sul 14-10. Banks trova il massimo vantaggio per la Sidigas al 6°: 16-10 (+6). Un postivo Eric e Pullen (da 3) riportano gli ospiti sul -1 (18-17). Il pivot Nigeriano dalla lunetta riporta in vantaggio Brindisi al 9°: 18-19 (break di 0-7). Nel finale di quarto però Avellino crea un parziale di 8-0 grazie a Gaines (tripla e 1/2 dalla lunetta), Banks (1/1 dalla lunetta per un tecnico fischiato a Bucchi) e ad un clamoroso buzzer-beater di Hanga. 26-19 al termine del 1° quarto.
2° Quarto Il primo canestro del 2° quarto di Demonte Harper che dopo aver recuperato palla realizza in layup (26-21). Dopo 2 minuti Brindisi ha già commesso 4 falli. Mays commette il 5° fallo di squadra su Anosike che però fa 0/2 dai liberi. Al 13° Avellino trova il nuovo massimo vantaggio con il canestro di Cavaliero: 30-22 (+8). Partita molto spezzettata dai falli nei primi 4 minuti del quarto. Delroy James è dei più positivi in casa Brindisi. L’uomo in canotta numero 5 serve prima un ottimo assist per la tripla di Pullen (32-27) e poco dopo da sotto sigla il -3 (32-29) che costringe Vitucci a chiamare timeout. Denmon trova il primo canestro della sua gara al 17° dopo un ottimo recupero palla su Cavaliero. Al 18° si sblocca anche Mays mettendo dentro il canestro del 37-35 al 18°. Justin Harper schiaccia il 37-33. Brindisi sbaglia 2 contropiedi consecutivi, prima con Denmon e poi con James che non riesce a concludere l’alley-oop (nel frattempo duro faccia a faccia Bucchi-Mays in panchina). Si va negli spogliatoi sul risultato di 42-38.

3° Quarto –  Rientrati dall’intervallo lungo Denmon mette a referto il suo 4° punto personale: 42-40. Al 22° o stesso Denmon mette la bomba del sorpasso: 42-43. Mays schiaccia il 44-45 ma Justin Harper non si tira indietro e inchioda il 46-45. Turner recupera palla sullo stesso J. Harper ma Brindisi sbaglia l’ennesimo contropiede. I ritmi si alzano a metà quarto: James mette la bomba del 48-49 ma dall’altra parte Banks con un prodezza riporta avanti i campani: 50-49 al 25°. James Mays nel pitturato ha vita difficile allora colpisce da 3 pareggiando i conti al 27°: 52-52. Nel finale di quarto il pivot centrafricano è il migliore per Brindisi. 58-59 al 30° minuto di gioco.
4° Quarto – Gaines mette a referto 5 punti consecutivi e riporta avanti la Sidigas Avellino per 63-59. Coach Piero Bucchi non è soddisfatto e chiama subito timeout dopo 1 minuto di gioco. Eric prima realizza e poi ostacola Lechthaler. Nell’azione successiva Bulleri mette la bomba del sorpasso e firma un parziale di 0-5 per Brindisi: 63-64 al 32°. Hanga e la schiacciata di Trasolini portano Avellino sul +5: 71-66. Brindisi continua a perdere palloni e contropiedi importanti. L’inerzia si sposta a favore dei padroni di casa: parziale di 8-0 al 35° dopo il canestro di Anosike (73-66). Denmon mette a referto 2 bombe consecutive riportando Brindisi sul -4 e poco dopo Mays sigla il 75-73.  Il pivot pareggia i conti al 38°: 75-75 (parziale di 0-9 per Brindisi). Denmon mette dentro un’altra bomba al 39° e porta avanti Brindisi: 75-78. Avellino è in blackout e Vitucci chiama timeout. Finale da infarto. Avellino sbaglia il canestro del sorpasso a 7 secondi dal termine anche grazie alla stoppata di Mays. J. Harper commette fallo e manda in lunetta James che non sbaglia: 77-80 il risultato finale.

L’Enel Basket Brindisi ottiene la 4° vittoria consecutiva in campionato e sale a 18 punti facendo un altro passo d’avanti per le Final Eight. Nel 1° tempo decisivo Delroy James che chiude in doppia-doppia con 16 punti e 10 rimbalzi. Nel 3° quarto è decisivo James Mays (15 punti e 1 rimbalzo) mentre nell’ultimo quarto con le bombe di Denmon Brindisi rientra in partita ed effettua il sorpasso decisivo (15 punti e 2 rimbalzi). Avellino perfetta o quasi sino al blackout negli ultimi 4 minuti. Bene J.Harper con 17 punti e 8 rimbalzi e Anosike con 10 punti e 8 rimbalzi, ma che soprattutto tiene a bada per gran parte della gara Mays. Finisce con 7 vittorie su 8 gare giocate (tra campionato ed EuroChallenge) il 2014 dell’Enel Basket Brindisi

MVP Delroy James: Nel 1° tempo da solo mantiene viva Brindisi con i suoi canestri e la sua intensità. Nel finale di gara non sbaglia dalla lunetta e permette all’Enel di conquistare la 4° vittoria. Chiuderà in doppia-doppia con 16 punti e 10 rimbalzi. Per lui inoltre anche 2 stoppate, 3 rimbalzi, il più alto plus minus di squadra (10) e 27 di valutazione finale.

Parziali: 26-19; 42-38 (16-19); 58-59 (16-21) ; 77-80 (19-21).

Enel Basket Brindisi: Pullen 13, Harper 2, James 16, Bulleri 4, Cournooh, Altavilla, Denmon 15, Morciano, Zerini, Turner Jr. 7, Mays 15, Eric 8. Coach: Piero Bucchi
Starting Five: Pullen, Denmon, Turner Jr., James, Mays.
T2 22-42 (52.4%), T3 9-25 (36%), TL 9-17 (52.9%)
Rimbalzi: 38 (10 James)
Assist: 16 (5 Pullen)
Valutazione: 83 (27 James)

Sidigas Avellino: Anosike 10, Gaines 15, Cadougan, Hanga 9, Banks 13, Cavaliero 9, Cortese, Morgillo, Trasolini 4, Lechthaler, Harper 17. Coach Francesco Vitucci
Starting Five: Gaines, Banks, Hanga, Harper, Anosike.
T2 27-56 (48.2%), T3 4-15 (26.7%), TL 11-20 (55%)
Rimbalzi: 47 (8 Anosike, Harper)
Assist: 14 (6 Hanga)
Valutazione: 82 (15 Harper)

Foto: Damiano e Vincenzo Tasco

The following two tabs change content below.
Andrea Romano

Andrea Romano

Brindisino, classe 1990. Dal 1° Dicembre 2013 cerco di raccontare al meglio tutto ciò che riguarda la New Basket Brindisi. Dall'Aprile 2014 inoltre collaboro con BasketUniverso.it.