Serie A BEKO | Vanoli Cremona-Enel Basket Brindisi: 87-72

15804304355_fbd4ba975f_o

Questo articolo ha avuto 393 visualizzazioni.

La Vanoli Cremona riporta l’Enel Brindisi con i piedi per terra.

 

Vanoli Cremona-Enel Basket Brindisi: 87-72
6° Giornata Serie A BEKO
PalaRadi, Cremona 16/11/14 


La Vanoli Cremona trova la prima vittoria casalinga (4° in campionato) battendo l’Enel Basket Brindisi e confermandosi così come una delle sorprese del campionato. Gli uomini di Cesare Pancotto nel finale strapazzano Brindisi a cui non bastano i 30 punti di Denmon. Cedric Simmons in campo solo 18 minuti non fa la differenza. Il presidente Marino chiude scusa ai tifosi al termine della partita per la prestazione imbarazzante. 

Al PalaRadi di Cremona va di scena il match tra Vanoli Cremona ed Enel Basket Brindisi, gare valida per la 6° giornata della Serie A BEKO. Entrambe le squadre arrivano all’appuntamento con 6 punti in classifica ma con obiettivi finali completamente diversi. La Vanoli Cremona è alla ricerca della prima vittoria casalinga e si affida alla classe di Hayes e all’esperienza di Vitali. Gli uomini di coach Piero Bucchi, finalmente possono contare su Cedric Simmons, mentre Andrea Zerini è tenuto a riposo in panchina. Sono rimasti a Brindisi invece l’infortunato James Mays e il neo-acquisto Jacob Pullen.

1° Quarto –  Parte forte Cremona che con Hayes e Clark si portano sul 4-0 in un Amen. Risponde Cedric Simmons, prima da sotto e poi con una schiacciata, che serve a tenere viva Brindisi: 9-4 al 4°. I padroni di casa provano a scappare con Clark e con la bomba di Vitali (14-4) ma l’Enel, un po’ disordinata e imprecisa, si avvicina sul -3 con i canestri di Ivanov e Denmon. Cremona da 3 è letale. Mian piazza la bomba ad un minuto dal termine ma c’è il tempo anche per la tripla di Ivanov e per l’1/2 di Denmon dalla lunetta. 22-17 dopo i primi 10 minuti di gioco.
2° QuartoBrindisi è in tilt, in attacco non trova sbocchi e perde molti palloni. Tutto ciò favorisce Cremona che in contropiede continua a punire. Le schiacciate di Hayes e Gazzotti riportano i padroni di casa sul +9. La stessa ala italiana, classe 1991, al 15° si prende la tripla senza paura, +13. Bell pochi istanti dopo punisce ancora da fuori l’arco firmando il massimo vantaggio (37-21, +16). La reazione degli ospiti è affidata a Marcus Denmon che in un minuto piazza 9 punti consecutivi (2 triple, un canestro da sotto+fallo subito e realizzazione dalla lunetta). Al 17° il tabellone recita così il 37-30. Nel finale di quarto però gli uomini di coach Pancotto allungano nuovamente. Hayes a 3 secondi dal termine sigla il 48-33, che è il punteggio con cui le 2 squadre andranno al riposo lungo.

3° Quarto Usciti dalla pausa lunga, la squadra di coach Piero Bucchi si affida ancora una volta a Marcus Denmon, che porta gli uomini in canotta blu sul -11 (48-37). Cremona fatica a trovare le percentuali di tiro come nel primo tempo e ma che comunque riesce a tenere debita distanza gli ospiti, riuscendo a mantenere sempre il +10, grazie al duo Vitali-Campani, nonostante le schiacciate di James. Sarà però 61-53 al 30° minuto, grazie al canestro di Turner (imprecisissimo questa sera).
4° Quarto – Massimo Bulleri, nel parquet in cui l’anno scorso finì la stagione anzitempo, riesce a far paura alla Vanoli Cremona quando al 33° con uno strepitoso canestro porta Brindisi sul -3 (63-60). Dall’altra parte risponde “presente” Luca Vitali. Il play mette a referto 7 punti in 2 minuti riportando il vantaggio di 10 lunghezze (70-60). Nel finale Brindisi perde la testa e offre una prestazione frustata e senza idee favorendo le giocate dei padroni di casa che incrementano il loro vantaggio. Al 39° James Bell realizza l’imbarazzante +20 (nuovo massimo vantaggio) per Cremona. Finisce 87-72 al PalaRadi.

L’Enel Basket Brindisi trova la seconda sconfitta consecutiva (3° in totale) uscendo malissimo da Cremona. Il doppio impegno toglie energie alla squadra e le prestazioni di Turner, Harper ma anche di James lo dimostrano. Altra partenza sottotono della squadra che favorisce così a Cremona di prendere il largo già nei primi 20 minuti di gioco. Cedric Simmons ancora non fa la differenza e le assenze di Mays e Zerini che nel pitturato avrebbero fatto la differenza. Sek Henry, ormai partente, non inizia in starting five e non riesce a garantire una prestazione da “ci mancherai”. La Vanoli Cremona nel 1° tempo punisce Brindisi in velocità e con l’altissima percentuale dal tiro e trova così la 1° vittoria casalinga e sale a 8 punti. Il Presidente Nando Marino al termine della gara chiede scusa ai tifosi, non solo quelli presenti al PalaRadi, per la prestazione imbarazzante della squadra.

MVP Luca Vitali: Il play della nazionale mette a referto 14 punti (5/5 dalla lunetta) la maggior parte nel 2° tempo impedendo a Brindisi di rimontare quando si era avvicinata pericolosamente sul -3. Inoltre arpiona 8 rimbalzi e serve ai compagni 6 assist. Chiude così con 31 di valutazione finale.

Parziali: 22-17; 48-33 (26-16); 61-53 (13-20); 87-72 (26-19).

Enel Basket Brindisi: Harper 4, James 6, Bulleri 8, Cournooh 4, De Gennaro, Denmon 30, Simmons 6, Morciano, Zerini, Henry 2, Turner 4, Ivanov 8. All. Bucchi
Starting Five: Henry, Denmon, Turner Jr., James, Simmons.
T2 19-36 (52.8%), T2 9-31 (29%), TL 7-9 (77.8%)
Rimbalzi: 37 (7 Harper)
Assist: 9 (2 Harper e Turner)
Valutazione: 59 (25 Denmon)

Vanoli Cremona:  Hayes 17, Gazzotti 5, Vitali 14, Mian 5, Campani 15, Ferguson 5, Mei, Clark 8, Cusin 2, Bell 16. All. Pancotto
Starting Five:
Hayes, Vitali, Bell, Clark, Campani.
T2 21-38 (55.2%), T2 10-26 (38.5%), TL 15-15 (100%)
Rimbalzi: 32 (8 Vitali)
Assist: 16 (6 Vitali)
Valutazione: 31 (Vitali)

Foto: Matteo's photo 2014

The following two tabs change content below.
Andrea Romano

Andrea Romano

Brindisino, classe 1990. Dal 1° Dicembre 2013 cerco di raccontare al meglio tutto ciò che riguarda la New Basket Brindisi. Dall'Aprile 2014 inoltre collaboro con BasketUniverso.it.