Sidigas Avellino-Enel Basket Brindisi: 85-83

00

Questo articolo ha avuto 166 visualizzazioni.

Sidigas Avellino-Enel Basket Brindisi: 85-83

12° Giornata Serie A BEKO – 26122013



Gara infinita che Avellino fa sua dopo due ore di colpi di scena continui. E’ Brindisi a fare la lepre nel primo tempo con un Dyson indemoniato e una percentuale da urlo da oltre l’arco per tre quarti (13/20), salvo poi alzare bandiera bianca al cospetto di un Ivanov ancora una volta dominante sotto le plance (25 punti e 11 rimbalzi). Di Cavaliero il sottomano decisivo sulla sirena finale che ha sparigliato la contesa. Raramente capita di assistere ad un primo tempo così denso di avvenimenti: 53 minuti di durata e 25 falli fischiati in un avvio tutt’altro che spigoloso. Ne fanno le spese James (tre falli al 7’), ma soprattutto Lakovic che dopo aver infilato due triple (15-13 al 7’) si attarda nel discutere del suo terzo fallo con l’arbitro Sardella che gli sanziona la quarta penalità. I padroni di casa, privi dell’influenzato Spinelli, accusano il colpo. Brindisi tira sette liberi consecutivi e va in fuga (15-22 all’8). Arriva anche il fallo tecnico a coach Vitucci dopo la sirena di fine quarto: Bulleri, Campbell e Todic affondano il coltello in avvio di secondo. La Sidigas stenta a trovare tranquillità e sprofonda sul -15 (23-38 al 13’). Dean apre e chiude da oltre l’arco un contro break importante di 11-2 (37-40 al 18’). Le percentuali di Brindisi nel tiro da tre sono da urlo: Dyson e Snaer piazzano sette triple in altrettanti minuti a cavallo del secondo e terzo quarto (56-67 al 25’). Il ritorno in campo di Lakovic da più fluidità alla manovra irpina che trova in Dean il terminale principe, ma è lo stesso sloveno a ridurre il distacco (66-69 al 29’). Diversi i giocatori gravati di quattro penalità sul parquet: la batteria di lunghi ospite è al limite: Ivanov piazza nove punti di fila: è il sorpasso (78-77 al 36’). Si viaggia sul filo dell’equilibrio. A 33’’ dalla fine James commette il secondo fallo: Ivanov impatta dalla lunetta (83 pari). Nell’azione successiva Lewis fallisce il sottomano. A sei secondi dalla fine, Cavaliero percorre tutto il campo e deposita il sottomano vincente sulla sirena finale.

Articolo: Massimo Roca © La Gazzetta Dello Sport ©


The following two tabs change content below.
Andrea Romano

Andrea Romano

Brindisino, classe 1990. Dal 1° Dicembre 2013 cerco di raccontare al meglio tutto ciò che riguarda la New Basket Brindisi. Dall'Aprile 2014 inoltre collaboro con BasketUniverso.it.