Playoff – Quarti di finale, Gara 2: Banco Di Sardegna Sassari-Enel Basket Brindisi: 89-62

2

Questo articolo ha avuto 163 visualizzazioni.

TROPPA SASSARI PER BRINDI CHE PERDE ANCHE GARA 2

Banco Di Sardegna Sassari-Enel Basket Brindisi: 89-62

Gara 2 – Quarti di finale, Playoff
PalaSerradimigni 21\05\2014

Gara senza storia al PalaSerradimigni e Sassari porta la serie sul 2-0. I cugini Diener dominano sul parquet e le triple di Drake nel 1° quarto affondano Brindisi che chiude la gara con un umiliante scarto di  27 punti.

248 ore fa al PalaSerradimigni gara 1 tra il Banco Di Sardegna Sassari ed Enel Basket Brindisi ha rispettato le aspettative della vigilia: match combattuto, equilibrato, spettacolare e ricco di emozioni. A trionfare fu la Dinamo Sassari che dopo una grande rimonta esultava quando Delroy James concludeva con un 0\3 dalla lunetta e che permetteva ai sardi di riuscire a vincere per 75-73 e portarsi così sul 1-0 nella serie.

Si inizia come gara 1, palla ai padroni di casa. Il primo tiro della gara se lo prende Travid Diener ma la sua tripla non va, così come non entra la tripla provata da Delroy James. E’ Caleb Green da sotto a sbloccare il risultato e pochi secondi dopo è Travis Diener a portare il risultato sul 4-0. Brindisi può rientare subito in partita quando prima Omar Thomas e poi Drew Gordon si beccano il fallo tecnico, ma Ron Lewis dalla lunetta ne segna 2\4, 7-4 dopo 4 minuti di gioco. Drake Diener, MVP della regular season, è indemoniato e soprattutto è un altro rispetto a gara 1. Dal 5° minuto in poi mette a referto ben 6 triple consecutive, in totale 7\9 solo nei primi 10 minuti. Il PalaSerradimigni è infuocato ad ogni bomba che il numero 16 fa entrare nella retina. A nulla valgono gli attacchi di Brindisi che vengono immediatamente raddoppiati e faticano a penetrare verso canestro per la buon difesa di Sassari. Il primo quarto finisce con il risultato di 31-13 (+18, massimo vantaggio).

Ad inizio dei secondi 10 minuti l’Enel Basket Brindisi prova a recuperare lo svantaggio con Folarin Campbell (dalla lunetta) e Miroslav Todic (31-17). Ma Sassari è in serata e si capisce anche quando Chessa appena entrata piazza la tripla al primo tentativo (37-19). Il duo C.Green-O.Thomas continua a fare sfacelli in area Brindisina. Al 16° minuto il parziale dice 44-23 (+21, massimo vantaggio). Snaer da sotto segna un canestro per l’Enel dopo più di 2 minuti. Nel finale di tempo ancora i cugini Diener continuano a comandare il gioco e a farne le spese sono Jerome Dyson e Miroslav Todic che in meno di 20 minuti sono già a quota 3 falli commessi. Benjamin Eze in difesa è insuperabile e si va all’intervallo lungo dopo i canestri da fuori di Drake Diener e Michael Umeh per il 53-31 finale, + 22 per i gli uomini di coach Saccetti. Dominio Sassari dopo i primi 20 minuti di gioco che difende bene e soprattutto trova la retina con troppo facilità mentre Brindisi fatica a far circolare la palla e trovare tiri facili.

Rientrati dall’intervallo la musica non cambia. Prima Gordon e poi la schiacciata di C.Green fanno aumentare ancora di più lo scarto. Folarin Campbell è il giocatore dell’Enel che ad inizio 2° tempo ci crede di più: schiacciata,tripla e canestro da sotto (59-38). La Dinamo Sassari però è padrona assoluta del campo, tra il 24° e il 28° siglano un parziale di 12-0 grazie alla classe dei cugini Diener, la grinta e i recuperi di Eze e l’ex Omar Thomas. A 2 minuti dal termine del quarto Brindisi è sotto di 33 punti (71-38). Scarto che salirà a 36 quando Giacomo Devecchi dopo una grande partita difensiva piazza la bomba al 30°. Un umiliante 76-40 a fine 3° quarto per Brindisi con un parziale di 23.9.

L’ultimo quarto è normale amministrazione per la Dinamo Sassari che continua a controllare le offensive Brindisine e continua a punire in attacco nonostante abbassi il ritmo. Brindisi prova a reagire con una punta d’orgoglio e Snaer da 3 sigla l’80-47 al 34° minuto. Chiotti da sotto e Michael Umeh da 3 riducono lo scarto a -28. Nel finale Benjamin Eze mette a referto 6 punti mentre per Brindisi trovano gloria Chiotti e Todic. Marques Green è l’ultimo ad entrare nel festival delle triple di Sassari al 39° (89-58). Miroslav Todic e Michael Umeh negli ultimi secondi, da sotto permettono a Brindisi di finire con un parziale a favore di 13-22 ma con un risultato finale di 89-62.

Il Banco di Sardegna Sassari conquista così gara 2 grazie al grandissima prestazione dei cugini Diener, al ritrovato Eze e ai soliti C.Green e Omar Thomas. Lezione di basket per Brindisi che soffre la buon difesa di Sassari e chiude con il 50% da 2, l’83.3% dai liberi e un misero 15.4% da 3 contro i 54.3%, il 63.2% e il 46.4% dei padroni di casa.  Gli uomini di coach Piero Bucchi dovranno recuperare le forze mentali dopo l’umiliante sconfitta odierna e la clamorosa sconfitta in gara 1. La Dinamo Sassari invece può tranquillamente ipotecare il passaggio del turno se anche in gara 3 dovesse metterci la determinazione di oggi. Appuntamento a Venerdì 23\05 per gara 3 al PalaPentassuglia di Brindisi.

MVP Drake Diener: Non poteva essere il giocatore di gara 1 e lui stesso lo sapeva. Chiude con 27 punti e 34 di valutazione. Piazza 7 triple solo nei primi 10 minuti di gioco che tagliano le gambe a Brindisi.

Sassari: Green M. 3 , Green C. 16 , Devecchi 3 , Chessa 3, Gordon 3, Diener T. 8 , Sacchetti 5 , Diener D. 31 , Vanuzzo, Eze 8, Tessitori 2, Thomas 7.
TL 12-19,T2 19-35,T3 13-28
Rimbalzi: 38 (8 Eze)
Assist: 20 (10 T.Diener)

Brindisi: James 2, Todic 8, Morciano ne, Formenti, De Gennaro ne, Dyson 11 , Lewis 4, Chiotti 8, Zerini 2, Snaer 5, Umeh 11, Campbell 11.
TL 10-12,T2 20-40,T3 4-26
Rimbalzi: 37 (7 Chiotti)
Assist: 11 (2 Chiotti,Snaer e Umeh)

Highlights: http://www.legabaskettv.it/video/6175/banco_di_sardegna_sassari-enel_brindisi

The following two tabs change content below.
Andrea Romano

Andrea Romano

Brindisino, classe 1990. Dal 1° Dicembre 2013 cerco di raccontare al meglio tutto ciò che riguarda la New Basket Brindisi. Dall'Aprile 2014 inoltre collaboro con BasketUniverso.it.